Una battaglia vincente: i preparativi

Più dettagli

La colorata storia della prima rappresentazione di Tannhaus a Parigi è un episodio della storia del diciannovesimo secolo, che rivela le mentalità e l’inizio delle controversie politiche pervasive in Europa. Si prepara anche all’emergere del rinnovamento artistico, che Wagner garantirà poi con Tristan, Parsifal e Lonneau de Nibelung a Bayreuth, così come la “musica del futuro” che apparirà nel XX secolo. Con Debussy, Ravel e Stravinsky. Per accedere al dossier completo: A Battle Going Down

Nel 1860, un musicista tedesco, amante dell’ideale, venne a lungo a Parigi. Arrivò dalla Svizzera, dove trascorse dieci anni in esilio dalla nativa Sassonia, dopo aver partecipato alla rivoluzione del 1848. All’età di 47 anni, Richard Wagner fu attratto dallo splendore della capitale culturale di Parigi sotto il Secondo Regime. Impero di Napoleone III. Questo era all’apice della sua regola.

Per Wagner l’anno 1860 segnò una svolta nella sua vita. Il suo primo soggiorno a Parigi dal 1839 al 1842 fu un periodo di estrema povertà, rifiuto degli affari e fallimento finanziario. A quel tempo, nonostante il sostegno di Mayerbier, il giovane musicista trovò tutte le porte chiuse. Per garantire il suo sostentamento, ha dovuto scrivere racconti sui giornali alla moda, togliere il pianoforte dal ritmo del momento e sentirsi bene in certi giorni e mangiare i funghi raccolti nella foresta di Meudon. Era l’ultima risorsa per vendere il soggetto della sua opera Nave fantasma Perché l’Opera di Parigi aveva completamente rifiutato la sua sceneggiatura e la sua musica e accettava solo il tema, comprava 500 franchi. Un oscuro sceneggiatore, Paul Fucher, genero di Victor Hugo, viene assunto per riscrivere la sceneggiatura e Dietsch viene assegnato alla colonna sonora. Questo musicista composto dal Prof. Nave fantasma Altro che il forno Wagner che si rivelò essere un forno completo quando fu implementato nel 1842. Tuttavia, il Ditch medio non finì per ostacolare la carriera del nostro artista sassone. Lo troveremo più tardi ancora in una posizione di forza come leader per dirigere la creazione Cadere a pezzi A Parigi.

Nel 1860, Wagner era maturato. La sua prima esperienza da giovane musicista squattrinato non aveva nulla in comune con la sua situazione attuale. Nel frattempo, ha preso il posto di Mister Chapel nella corte di Dresda. Molte delle sue opere hanno avuto successo in Germania: Renzi, l’olandese volante (Perché non può più usare il file Nave fantasma Venduto all’Opera di Parigi), Cadere a pezzi Che fu una vittoria a Dresda nel 1845, e Lohengrin Fu composto alla vigilia della ribellione del 1848. Con il suo completamento definitivo, Wagner si imbarcò nel movimento rivoluzionario in difesa dei musicisti. Accusato di collusione con i ribelli, fu costretto a fuggire dalla città in fiamme prima dell’avanzata delle forze prussiane. Condannato in contumacia ed esiliato dal territorio dell’Unione germanica, scappò a bordo di un vagone postale e sbarcò a Weimar con il suo amico Liszt. Con documenti falsi, è poi riuscito ad attraversare il Lago di Costanza e mettere piede sul suolo svizzero.

READ  Ecco i film e le serie che preparano Amazon Prime Video in Francia

A Zurigo, Wagner visse gli anni più fruttuosi della sua carriera di compositore grazie a Matilde e al suo sostenitore, Otto e Wassendk, suo marito. Nel suo bagaglio, teneva tre quarti dei suoi quattro quarti del suo futuro, e Canzoni Sulle poesie di Madame e sostieni te e la sua opera Tristano e Isotta. Nel 1859, dopo un breve soggiorno a Venezia e poi a Lucerna, decide di tentare nuovamente la fortuna a Parigi. Sperava di trovare successo lì per TristanScrisse a Otto, che avrebbe avuto l’effetto di costringere i teatri tedeschi dove era ancora fuorilegge, a eseguire il verdetto del quartetto, e infine l’amnistia da parte del governo reale per le accuse mosse contro di lui dal 1849. Tutta la sua speculazione si sciolse nella sua mente. e sfortunatamente provocò solo un fallimento catastrofico. Cadere a pezzi.

Nel suo dolce esilio, tutte le spese che Otto aveva pagato, aveva tempo per riflettere sulla sua arte. Per Wagner, la musica, e in particolare l’opera, cadde in un vicolo cieco della frivolezza poiché l’intrattenimento nel senso basco del termine dominava tutto. Lui, il lettore implacabile dei grandi scrittori greci, inglesi, inglesi e spagnoli, eppure sognava di restituire l’arte a tutto il suo significato religioso, poiché l’arte era per lui la forma suprema della verità. Questa è quella che ha chiamato “la musica del futuro”. Per la società parigina del 1860, non c’era niente al di là di queste preoccupazioni artistiche. Era il regno di Mayerbier, di pompa e armeggiare con il balletto obbligatorio e Bill Cantu.

A Parigi, nell’ottobre 1859, Wagner si trasferì in un’elegante residenza sull’Avenue Newton, negli Champs-Elysées. Viveva ben oltre le sue possibilità a spese del suo amico Wesendonck. Questa volta, tuttavia, Wagner era ottimista. A causa della sua forte reputazione in Germania e attraverso alcuni amici influenti come Liszt, sperava di avere successo tranne nel 1840. Hector visitò Berlioz, ma era malato. Ad ogni modo, Berlioz diffidava di Wagner e lo considerava un concorrente. Tuttavia, Wagner gli dedicò una delle prime tre copie incise di Tristan Nelle parole: “Al grande e caro scrittore Romeo e Giulietta, Autore riconoscente Tristano e Isotta “, Che Berlioz ha aspettato tre settimane prima di accettare di ricevere.

READ  La morte di un uomo in un incidente d'auto e il risarcimento per la moglie e l'amante

All’inizio del 1860, Wagner organizzò a proprie spese tre concerti tenuti nella Salle Ventadour (Old Italian Opera House) con l’obiettivo di far conoscere la sua musica al pubblico parigino. Il 25 gennaio abbiamo ascoltato in programma marzo Cadere a pezzi Che “ha scatenato applausi dalla folla”, poi frammenti di Lohengrin, Apertura Nave fantasma, Che è stato riscritto definitivamente; Infine, Introduzione e La morte di Isolde Estratti da Tristan È stata accolta, a quanto pare, con un po ‘di perplessità. Tra il pubblico abbiamo notato la presenza di Berlioz, Junod e Mayerbear, oltre che di amici francesi: il romanziere Champliore e Auguste de Gasperini, il medico, critico amatoriale e critico musicale che ha aperto per Wagner le porte dei circoli influenti della capitale.

1lui è L’8 febbraio, il secondo e il terzo concerto di Wagner hanno attirato l’attenzione di un numero crescente di sostenitori che hanno circondato il musicista e si sono congratulati con lui venendo mercoledì sera a casa sua a casa di Wagner in Newton Street. Lì abbiamo visto musicisti come Junod e Saint-Saen, la scrittrice Maloyeda von Meissenburg, il pittore Gustave Doré, Katul Mendes e molti altri. Charles Baudelaire ha scritto a Wagner senza rivelare il suo indirizzo, per paura che si sarebbe sentito obbligato a rispondergli. Circa l’apertura Cadere a pezzi, Il poeta gli ha mostrato un entusiasmo senza riserve: “Ti devo il più grande piacere musicale che abbia mai provato”. […] All’inizio mi sembrava di conoscere questa musica. […] Mi sembrava che questa musica fosse mia. […] Mi ha ricordato me stesso. Se questi tre concerti sono stati approvati da intellettuali parigini, sono finiti in un fallimento del Mali per Wagner. Il musicista era responsabile di tutto: affitto della sala, illuminazione, servizio, stipendi di orchestre e cori, pubblicità e costi delle prove.

READ  Report from Italy - with maled from the land of Milo Rao

A quel tempo, Wagner mise piede anche in uno dei più grandi nidi di calabroni della sua carriera. Negli ambienti diplomatici tedeschi, fu notato dal conte Hutzfeld, assegnato all’ambasciata prussiana, che divenne un regolare in Newton Street. D’altra parte, la sua fama arrivò alle orecchie del barone von Seebach, ambasciatore di Sassonia a Parigi, attraverso i suoi ammiratori tedeschi, Madame Calergis, e in particolare la principessa Pauline de Metternich, moglie dell’ambasciatore d’Austria e intimo amico dell’imperatrice Eugenia. Moglie di Napoleone III. Nel 1845 la principessa aveva assistito alla prima di un film Cadere a pezzi A Dresda ed era consapevole del prestigio del musicista.

Crediti fotografici: Tannhäuser et Vénus, dipinto di Otto Knille, 1873 © Nationalgalerie der Staatlichen Museen zu Berlin

(Visitato 2 volte, visite di 1 giorno)

Più dettagli

La colorata storia della prima rappresentazione di Tannhaus a Parigi è un episodio della storia del diciannovesimo secolo, che rivela le mentalità e l’inizio delle controversie politiche pervasive in Europa. Si prepara anche all’emergere del rinnovamento artistico, che Wagner garantirà poi con Tristan, Parsifal e Lonneau de Nibelung a Bayreuth, così come la “musica del futuro” che apparirà nel XX secolo. Con Debussy, Ravel e Stravinsky. Per accedere al dossier completo: A Battle Going Down

Tag per questo articolo

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *