un marocchino picchia un pugile con tatuaggi nazisti (video)

Hassan Nourdine, 34 anni, è ora il nuovo campione italiano dei superpiuma. Domenica 19 settembre a Trieste ha battuto il 29enne Michele Broili, conquistando il titolo all’unanimità. Il suo avversario era tatuato “Skinheads del Fronte Veneto”, un gruppo violento, razzista e antisemita; le lettere SS e il teschio “Totenkop”, utilizzati dai reparti SS preposti alla gestione dei campi di concentramento e dalla 3° Divisione SS, particolarmente brutale e responsabile di numerosi massacri e crimini di guerra, e il numero 88, comune riferimento al ciao Hitler e combattenti delle SS.

Da leggere: JO-2020: ci gioca un pugile marocchino Mike Tyson

Questi tatuaggi nazisti erano lungi dallo spaventare l’atleta marocchino. “Vedere i tatuaggi di Broili che glorificavano il nazismo mi ha fatto sentire disgustato. […] Mi sono divertito ancora di più a vincere. […] Non posso negare che battere qualcuno con questi tatuaggi sia una vittoria che vale doppio”, ha dichiarato il pugile marocchino in un’intervista al quotidiano italiano. la stampa. Tuttavia, si è lamentato del fatto che la Federazione Pugilistica Italiana (FIB) abbia permesso a un pugile tatuato con simboli nazisti di combattere. “La federazione avrebbe dovuto rendersi conto che questo pugile aveva determinate inclinazioni – l’incitamento all’odio è punibile dalla legge”, ha detto Nourdine.

Da leggere: Ottman Azaitar: un knockout in 93 secondi (video)

“Chiunque sia andato a scuola sa cosa hanno fatto i nazisti e anche chi non è andato a scuola sa cos’è stato l’Olocausto. […] Bisogna far capire ai giovani che questi sono messaggi pericolosi. Bisogna ricordare loro che questi simboli hanno incoraggiato il genocidio”, consiglia colui che è arrivato in Italia all’età di sei anni. Di fronte alle polemiche, la FIB ha “condannato” il comportamento di Michele Broili e ha annunciato che il pugile ha rischiato la squalifica per i suoi tatuaggi. La federazione intende anche sequestrare gli organi della giustizia federale.

READ  Euro 2020: le statistiche premiano l'Italia

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *