Un candidato in meno per rilevare il club

La palla per i contendenti a cogliere il Chelsea si fa sempre più evidente. Il consorzio guidato dalla famiglia Ricketts, proprietaria dei Chicago Cubs (baseball), ha annunciato venerdì di aver gettato la spugna. Era uno dei quattro candidati ancora in competizione.

Sono solo tre nel ballo. Sulla linea di partenza per acquistare la potenza inglese del Chelsea, lasciandosi alle spalle il proprietario russo Roman Abramovich, la famiglia Ricketts ha ufficializzato il desiderio di ritirarsi dalla corsa per acquistare il campione d’Europa.

In una dichiarazione rilasciata venerdì, la famiglia di Tom e Laura Ricketts, proprietari della franchigia di baseball dei Chicago Cubs, ha collaborato con Ken Griffin, uno specialista di fondi di investimento miliardario americano, e Dan Gilbert, proprietario dei Cleveland Cavaliers. La franchigia del basket ha annunciato che non presenterà un’offerta definitiva, in quanto non vi è alcun accordo da parte di tutti i membri del consorzio sulla composizione di quest’ultimo.

“Alcuni problemi non possono essere affrontati alla luce delle straordinarie dinamiche”

“Il gruppo Ricketts-Griffin-Gilbert ha deciso, dopo un’attenta valutazione, di non fare un’offerta finale al Chelsea”, si legge nella dichiarazione della famiglia Ricketts. Durante il processo di finalizzazione della proposta, è diventato sempre più chiaro che alcuni problemi non potevano essere risolti. Date le dinamiche insolite attorno al processo di vendita”, ha affermato, senza fornire ulteriori dettagli.

La candidatura del consorzio è per la famiglia Ricketts avait été fraîchement accueillie par les supporters des Blues, dont plusieurs centaines avaient manifesté autour de Stamford Bridge pour dénoncer des courriels aux relents islamophobes rédigés entre la patriille de 2013e par Joe years). L’agenzia di stampa ha confermato che questa sfida, tuttavia, non ha avuto alcun ruolo nel ritirare l’offerta di Ricketts Autorità Palestinese.

READ  Francia 15 °: Damien Pinaud ha preferito Teddy Thomas in Irlanda?

Tre candidati dovrebbero ricevere 3 miliardi di euro

Da quando la vendita è stata annunciata il 2 marzo da Roman Abramovich, che è stato costretto a dimettersi a causa dei suoi presunti legami con Vladimir Putin e delle sanzioni del governo britannico nei suoi confronti, si sono fatti avanti diversi potenziali acquirenti. Le offerte finali erano dovute giovedì alla banca di investimento di New York Reign, commissionata da Abramovich. Ricordiamo che il management spera in una rapida vendita di circa 2,5 miliardi di sterline (3 miliardi di euro).

Il ritiro di Ricketts lascia ora in gara tre finalisti: Todd Buhleco-proprietario del baseball statunitense LA Dodgers e del Los Angeles Lakers basket – sostenuto dai contributi del miliardario svizzero Hansjorg Wyss e dell’imprenditore britannico Jonathan Goldstein -, Sir Martin Broughtonl’ex presidente del Liverpool – sostenuto da Harris Blizter Sports & Entertainment, il franchise di basket statunitense proprietario dei Philadelphia Sixers e co-proprietario della squadra di calcio inglese Crystal Palace – e Steve Pagliucache ha azioni nella franchigia di basket americana dei Boston Celtics e nella squadra di calcio italiana dell’Atalanta Bergamo.

Dafoe romano Giornalista di RMC Sport

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.