un aereo da turismo effettua un atterraggio di emergenza a un’altitudine di oltre 2000 m sulle Alpi

Un piccolo aereo passeggeri ha subito un guasto al motore durante il volo sopra le Dolomiti. Il giovane pilota di 22 anni è riuscito ad atterrare senza troppe difficoltà.

Un atterraggio miracoloso. Una ragazza italiana di 22 anni mercoledì è riuscita ad effettuare un atterraggio di emergenza del piccolo aereo da turismo su cui si trovava con due passeggeri, a un’altitudine di oltre 2000 metri nelle Alpi italiane, riferisce il Corriere del Veneto.

Guasto al motore durante il volo

Silvia de Bon era partita con suo fratello e la sua ragazza da Trento, nel nord-est del Paese, e stava volando verso Belluno, poco più a est. Ma in pieno volo, l’aereo incontra un guasto al motore.

La giovane pilota amatoriale non si è persa la calma, ha raddrizzato il bastone ed è riuscita ad atterrare intorno alle 16:25 sul versante della Val di Fiemme, nel comune di Predazzo, a 2100 metri di altitudine, nelle Dolomiti.

Quando sono arrivati, i tre giovani, tutti sui vent’anni, hanno chiamato il numero di emergenza e sono riusciti a uscire dalla cabina. Quindi si recano in un vicino bivacco in attesa del soccorso aereo.

I tre miracolosi vengono trasportati d’urgenza all’ospedale Santa Chiara. Il giovane pilota è stato colpito da schegge di vetro e abrasioni alla testa e al volto durante l’atterraggio e dovrà rimanere sotto osservazione per la notte. Suo fratello e la sua ragazza sono riusciti a tornare rapidamente a casa.

“Siamo tornati tutti a casa indenni”, esulta Mattia, fratello di Silvia de Bon.

“Un miracolo”

Il padre del giovane pilota racconta che la figlia, abituata a questo viaggio in aereo che non faceva per la prima volta, gli disse che l’aereo aveva avuto problemi all’accensione a Trento.

“In quota ha riscontrato altri problemi. Mi ha detto che l’aereo era sceso in assetto a muso in giù e che ne è uscita applicando le manovre di soccorso”, aggiunge il padre.

La giovane ha anche temporaneamente perso conoscenza poco dopo l’atterraggio e “non ricorda i momenti prima dell’esplosione”, spiega. Conclude: “è un miracolo che sia viva. Spero tanto che smetta di rubare”. Nulla di meno certo, mentre la giovane donna è destinata a diventare pilota di linea.

READ  Italia: la caccia ai poveri

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.