Tre migranti dispersi in un naufragio al largo dell’Italia

(Roma) Tre migranti sono dispersi e presumibilmente annegati dopo l’affondamento della loro barca nel Mediterraneo che aveva a bordo quasi 40 persone che potevano essere salvate, ha detto sabato l’ONG tedesca ResQship.


I pescatori tunisini sono stati i primi ad arrivare sul luogo dell’affondamento venerdì sera, ha detto ad AFP una portavoce della ONG. Quando la barca Nadir della ong ResQship è arrivata sul posto, “i pescatori avevano già tirato fuori dall’acqua 38 persone. Ci hanno detto che mancavano tre persone”, ha aggiunto.

Il naufragio è avvenuto a sud-est dell’isola italiana di Lampedusa. La barca proveniva dalla città tunisina di Sfax.

I sopravvissuti sono stati portati dalla guardia costiera italiana a Lampedusa, travolta per settimane da massicci flussi di migranti, secondo la Ong.

Dall’inizio dell’anno, più di 42.000 persone sono arrivate sulle coste italiane, quattro volte di più rispetto allo scorso anno per lo stesso periodo, secondo i dati del Ministero dell’Interno italiano.

Il periodo tra gennaio e marzo è stato il più mortale dal 2017 secondo l’Onu, che ha registrato 441 morti di migranti.

READ  Le migliori offerte Amazon per il Black Friday 2020: gli sconti da NON perdere!

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *