Terapia del calore: la leggenda del potere delle pietre naturali infrante dalla scienza

Dire che una pietra può guarire è un ciarlatano per me

Su Internet, ci sono innumerevoli siti che si sentono liberi di lodare i benefici fisici e psicologici delle pietre naturali. en funzione della loro dimensione, colore, natura, anche dalla loro origine, alcuni affermano di avere il “potere” di guarigione. Occhio di tigre per curare le articolazioni (ginocchia, fratture, osteoporosi, ecc.), ametista contro comportamenti di dipendenza come fumo e alcolismo, quarzo rosa per superare le crisi e gestire le emozioni, pietra di luna per rafforzare la fertilità, ecc. Le promesse sono tanto numerose quanto sfuggenti. Di fronte a questi effetti pseudo-terapeutici, Steve Bonneville non pronuncia le sue parole ricordando i pericoli di certe pratiche e di alcuni sassi: Dire che una pietra può guarire è un ciarlatano per me! Alcune pratiche mi sembrano preoccupanti. Ad esempio, l’uso del cosiddetto ammollo. Ciò significa che lasciamo in ammollo una roccia nell’acqua e inghiottiamo quell’acqua. Questo può presentare alcuni rischi. Ci sono rocce che non sono adatte per essere solubili in acqua e da bere. Possiamo fare un esempio di zincite, che è l’ossido di zinco (usato nelle creme cosmetiche). Ha effetti tossici negativi se sterilizzato per ingestione. Inoltre, alcune rocce non devono entrare in contatto con la pelle. Rocce che contengono alcuni elementi come ad esempio l’arsenico. Non è del tutto impossibile.

READ  I polpi hanno sogni? Forse, ma non molto tempo ... | Scienza | Notizie | il discorso

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.