TENNIS / MIAMI: Il duo non accende la torcia, Humbert e Manarino continuano così

Ugo Humbert e Adrian Mannarino hanno salvato l’onore dei francesi sabato ai 1000 Masters di Miami, raggiungendo facilmente il terzo turno, a differenza di Benoit Bayer, ancora eliminato dall’inizio del torneo, nel giorno in cui ha sorriso. il favorito, Stefanos Tsitsipas e Ashley Barty.

Testa di serie N20, Humbert è stato solido nell’eliminare Joao Sousa 6-1, 6-4, il portoghese che ha affrontato per la prima volta.

Il 30 ° posto al mondo è partito alla grande. Molto efficace nella prima palla (4 assi, 92% dei punti guadagnati nel primo set), è riuscito a rompere Sousa due volte in tre tentativi di break.

Il secondo round è stato un po ‘più appiccicoso. Ma Humbert, che ha dovuto cancellare due break point contro di lui, è stato in grado di portare il servizio avversario, nel momento migliore, a condurre 5-4, prima di finire all’1: 13.

Le Messen, ancora in semifinale a Marsiglia, affronterà il grande server canadese Milos Raonic (n. 12) nel prossimo turno.

Mannarino, numero 25, ha messo da parte la Serbia, che lo aveva già sconfitto tre volte in altrettanti confronti. Il quarto è finito come gli altri, in due gruppi asciutti, 6-3, 6-4.

Il francese, 36 al mondo, è bravo a servire (7 assi), più precisamente, e la varietà dei suoi colpi negli scambi, ha preso due volte il servizio avversario nel primo set, è stato facilmente rimosso dal secondo.

– Mannarino solido –

Kecmanovic ha addirittura rotto per 3-1, ma il francese è riuscito a rispondere subito mandando a sua volta il servizio dell’avversario. Lo ha fatto di nuovo nella nona partita per aprire la strada al successo, che si è concluso all’1: 30.

READ  Mayer e Holy Belocian, Lavillenie in Silver ... cosa ricordare dal quarto e ultimo giorno

Affronterà l’argentino Diego Schwartzman (n. 5) o il giapponese Yasutaka Aoshiyama.

A conferma del suo attuale brutto culo, Benoit Pierre è stato lasciato senza gloria (6-3, 6-4) dal 19enne italiano Lorenzo Musetti, che affronterà il croato Marin Cilic nel turno successivo.

Sotto una raffica di calore, sembrava cotonoso, se non rassegnato, di fronte a un avversario con uno slancio completamente diverso, raggiungendo la semifinale di Acapulco dove è stato fermato da Stefanos Tsitsipas.

Il francese, 33 anni al mondo, è entrato bene in partita, con l’impegno in cambio. Ma l’italiano si è ripreso velocemente, approfittando del primo pallone difettoso del marito (49% di successo). Quest’ultimo può ancora ottenere il cutter se non commette errori diretti e sgraditi. Poi ha pareggiato due doppi difetti in tandem perdendo il primo set.

Nel secondo, il suo gioco è stato più disintegrato, il che indica che non si sentiva meglio nel tennis, in cui spesso lo trascinava. Questa è la quarta battuta d’arresto consecutiva che è entrato nel torneo, dopo Buenos Aires, Santiago e Acapulco.

– “Ho giocato molto bene” –

Il francese, che all’inizio dell’anno aveva espresso la sua tristezza e il suo comportamento a volte limitato in tribunale, questa volta ha mostrato un paradosso. Dapprima con iniziativa, ha allungato le braccia in segno di vittoria per la liberazione, dopo un’ultima battuta d’arresto per lui fuori dai limiti.

Poi con le parole: “Ho giocato molto bene contro un ottimo giocatore. È una cosa molto positiva, sono molto contento del livello del mio gioco, e di quello che ho prodotto in campo”. Fare clic su questa corrispondenza. Ero così calmo. Con una mentalità molto buona. Tengo duro fino alla fine. “

READ  Il mood della redazione. La bella vita

Stefanos Tsitsipas (N.2) ha fatto una partenza perfetta, vincendo 6-1 6-4 sul bosniaco Damir Dzumhur. Affronterà il giapponese Ki Nishikori (n. 28).

Stesse presenze per Andre Robliffe (n. 4) che ha eliminato l’americano Teddy Sandgren 6-1 6-2.

Nella categoria femminile, l’australiana numero 1 del mondo Ashley Partey e la campionessa in carica sono passate agli ottavi di finale con una vittoria per 6-3 6-2 sulla lettone Jelena Ostapenko.

E supererà una prova più grande nel prossimo turno, contro la bielorussa Victoria Azarenka (n. 14), che ha battuto il tedesco Angelik Kerber (n. 24) 7-5, 6-2. Anche la loro parte del tavolo si è schiarita un po ‘di più con Simona Halep, una spalla destra infortunata, che è stata espulsa.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *