sospetto contrabbandiere arrestato in Italia

Un egiziano, sospettato di essere un trafficante, è stato arrestato dopo la morte di sette migranti morti per il freddo in mare, a causa delle pessime condizioni meteorologiche, ha annunciato sabato la polizia italiana.

L’uomo di 38 anni, identificato grazie alle testimonianze dei sopravvissuti al viaggio, è sospettato di aver organizzato, dalla Libia, questa traversata del Mediterraneo per 287 persone su una barca lunga 16 m, nonostante le condizioni. particolarmente pericoloso, poiché il mare era mosso e le temperature sotto lo zero.

La maggior parte dei passeggeri soffriva di ipotermia quando la guardia costiera italiana li ha soccorsi il 25 gennaio. Sette di loro, bengalesi, sono morti a causa di “condizioni di viaggio disumane“, secondo la polizia.

Nell’annunciare tale arresto, la polizia della città siciliana di Agrigento ha precisato che quest’uomo era già stato condannato in Sicilia per trafficante di esseri umani nel 2011, senza fornire ulteriori dettagli.

Il freddo e il maltempo in mare non sembrano aver scoraggiato i migranti che quest’anno cercavano di raggiungere l’Europa via mare, 10.570 dei quali sono arrivati ​​dall’inizio dell’anno. Almeno 229 sono morti nel loro tentativo.

Sommando coloro che sono arrivati ​​via terra, un totale di almeno 11.986 migranti sono arrivati ​​in Europa dall’inizio dell’anno, secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM).

GUARDA ANCHE – “È un vero omicidio di gruppo”: testimoniano questi volontari del Snsm dopo la morte di 27 migranti nella Manica

READ  Rodez, gli italiani ne fanno un grande affare

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.