Soprannomi per Kedzierzyn-Kozle e VakifBank Istanbul

VakifBank Istanbul ha avuto un risultato che doveva essere risolto. Kongliano ha dominato la finale di Champions League della scorsa stagione e il club turco ha fatto la trasferta a Lubiana, che ospita la finale del torneo, con la voglia di contrattaccare. Mentre le italiane sono passate in testa per la maggior parte del primo set, i compagni di squadra di Gabriela Braga Guimarães (23 punti) hanno accelerato il ritmo alla fine del set, vincendo cinque degli ultimi sei rally per prendere il comando. Il secondo set non ha assistito allo stesso scenario con l’FC Istanbul che è avanzato dall’inizio alla fine ma, senza essere completamente al sicuro, il distacco non ha superato i sei punti. Al punto del terzo set i tifosi di Giovanni Gedetti sono riusciti a prendersi una pausa. Con le spalle al muro, Congliano si è lanciato in un tiro alla fune ma ha sentito l’odore della sconfitta mentre portava la VakifBank Istanbul di quattro in meno a metà gruppo. Tuttavia, dopo il ritorno, i compagni di squadra di Paula Igono (39 punti) hanno invertito la tendenza a prolungare questa finale. Sulla loro strada, gli italiani hanno dominato l’inizio del quarto set e sono avanzati rapidamente di cinque punti. Senza farsi prendere dal panico, ha raggiunto il club turco prima di essere separato irrevocabilmente. Salvando il primo match point, Congliano ha dovuto subire la sconfitta (22-25, 21-25, 25-23, 21-25). Dopo il 2011, 2013, 2017 e 2018, VakifBank Istanbul ha vinto il suo quinto titolo di Campionato Europeo.

Kedzierzyn-Kozle mantiene il titolo

La finale maschile dal canto suo ha dato un risultato simile a quello disputato la scorsa stagione. In effetti, Kedzierzyn-Kozle non ha mai dato una possibilità a Trinity. Già dai primi scambi il club polacco ha approfittato del vantaggio e ha allargato il gap di tre punti. Il tempo è passato di nuovo, gli italiani hanno assunto un nuovo lustro che ha richiesto tempo per reagire. Ma il primo set point è stato positivo per i compagni di squadra di Camille Semenyuk (27 punti). Trinity ha risposto correndo in testa alla seconda manche. Durando solo poco tempo, Kedzierzyn-Kozle stava aspettando il suo momento per attaccare, riprendere il controllo e decollare fino a cinque lunghezze di anticipo. Con questo margine, il club polacco ha concluso il secondo girone con il secondo punto del girone. Il terzo turno è iniziato con un incrocio tra due squadre che non avanzano di oltre due punti. In “tempo di denaro”, Trinity ha pensato di poter invertire la tendenza e ha avuto un punto prima di mostrare resistenza. Sei volte, i compagni di squadra di Mate Kaczyski (16 punti) hanno respinto il match point. Buono invece il settimo posto per Kidzerzen Kosley (22-25, 20-25, 30-32). Una vittoria regala ai polacchi un titolo continentale per la seconda volta consecutiva.

READ  Minacciare di imporre sanzioni ad AS è stato, con gravi conseguenze per i playoff


You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.