Sonny Colbrelli, vincitore del titolo Parigi-Roubaix, chiude la sua carriera

“Un anno fa, stavo ancora festeggiando la migliore vittoria della mia carriera, la Parigi-Roubaix”, ha detto Sonny Colbrelli, citando la sua squadra. Vincitore della brillante edizione autunnale di Hell of the North, l’italiano ha dovuto sostenere pareri medici, sfavorevoli al perseguimento di sport di alto livello.

La vittima dell’arresto cardiorespiratorio Al termine della prima tappa del Giro di Catalogna, il 21 marzo scorso, è stato operato al cuore e gli è stato dotato di un defibrillatore, dispositivo che consente di correggere il cuore in caso di necessità. casi.

L’italiano ha aggiunto: “Non avrei mai pensato di trovarmi, un anno dopo, ad affrontare una delle sfide più complesse della mia vita. Ma voglio solo essere grato per questa vita che ho quasi perso e che mi ha dato una seconda possibilità. ” , che “trae da chi gli sta vicino la forza di accettare di rinunciare a vincere il Grand Tour o il Giro delle Fiandre, il sogno di tutta la vita”.

Nonostante l’operazione e l’installazione del pacemaker, che legalmente gli impediscono di correre sul suolo italiano, Colbrelli non ha mai rinunciato alla speranza di tornare nel gruppo. “Non mi sono arreso e sono tornato in sella, sotto stretto controllo. Ma la posta in gioco era molto alta”, ha ammesso.

L’italiano, in Bahrain dal 2017, collegherà 34 vittorie professionistiche. Oltre alla Parigi-Roubaix e all’Euro nel 2021, ha vinto soprattutto la classifica finale del Tour du Benelux e della Flèche Brabançonne.

“Dico addio al ciclismo e provo a farlo con il sorriso, nonostante tutto ciò che mi ha portato, anche se fa male dopo la migliore stagione della mia carriera”, ha detto la persona che nel 2021 ha alzato le braccia otto volte. Colbrelli ha espresso il desiderio di rimanere attivo nel mondo del ciclismo. “Rimarrò presente con il mio team, che è stato per me come una seconda famiglia durante questo evento. Sarò un ambasciatore per i nostri partner e lavorerò in collaborazione con gli allenatori, condividerò la mia esperienza con i miei compagni di squadra e supervisionerò i team di sviluppo Nuove sfide mi aspettano mentre mi preparo ad affrontarli con un sorriso”.

READ  Finale Borg sullo sport in Francia

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.