Sei borghi atipici da visitare in giro per il mondo


La natura ci offre paesaggi straordinari. Tanto che alcune città sono costruite attorno a questa privacy. Tutto è stato pensato per non snaturare la bellezza del luogo. Dai borghi di pescatori ai borghi di montagna, lasciati trasportare in un arco incantato.

Matera in Italia

La storia di Matera, situata nel sud Italia, merita di essere una favola. Il villaggio è stato in passato una vergogna per il paese. Una città molto povera, i suoi abitanti vivevano in grotte scavate nella montagna con i loro animali. Negli anni ’50 le famiglie furono poi costrette a fuggire. I residenti hanno lasciato il villaggio più di quarant’anni fa, raggruppandosi e ricostruendo il villaggio da soli. Dal 1993 Matera è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Oggi è possibile visitare la chiesa rupestre e nascondere i meravigliosi affreschi dipinti sulle pareti. Le vecchie case sono state riabilitate e sono diventate abitazioni insolite.

Chefchaouen in Marocco

Chefchaouen, situata nel nord-ovest del Marocco, è una delle città più insolite al mondo. Cosa rende tutta la sua magia? Il colore blu si ritrova in tutto il villaggio. Arroccato a 600 metri di altezza sulle montagne del Rif marocchino, non era sempre colorato. Prima i muri erano bianchi. La storia racconta che i rifugiati ebrei hanno dipinto la città di blu negli anni ’30. Tuttavia, alcuni credono che questa idea venga dalle donne del villaggio. Vent’anni fa cercavano un modo per attirare i turisti e così decisero di colorare le pareti. Una cosa è certa, questa privacy rende il posto idilliaco.

READ  "Fighting", "Shame", "Exciting Fight": la rissa tra Lukaku e Ibrahimovic accende il pianeta del calcio

Bonifacio in Corsica, Francia

Beauty Island non ha mai smesso di sorprenderci. Bonifacio, situata nel sud della Corsica, ne è la prova. Costruita su una scogliera di calcare, la città domina in gran parte il mare e nel 2019 è stata nominata “Città d’Arte e Storia”. Bonifacio Marina è molto frequentata dai turisti perché offre un panorama strepitoso. Il villaggio sarà molto frequentato dagli atleti. Non mancano infatti viuzze e vicoli ripidi. Il forte e il castello ricordano la sua storia genovese. Permette l’accesso a viste meravigliose. Inoltre, le scale del Re d’Aragona non possono mancare. Scavato nella scogliera, scende nelle acque turchesi del Mediterraneo.

Xitang en Chine

Se hai già visitato Venezia, Xitang ti tenterà. Questo villaggio si trova nella Cina orientale ed è attraversato da nove fiumi. Furono costruiti 104 ponti per collegare le diverse parti della città. Alcune delle case risalgono alla dinastia Ming (1368-1644). Xitang è sia storico che vivace, relativamente sconosciuto al di fuori della Cina. Qui i residenti si spostano in barca e l’artigianato è ancora molto presente. Piccolo appartamento per una visita: 100 JPY (13 EUR). Tuttavia dà accesso a dieci attività.

Hallstatt, Austria

Il villaggio di Hallstatt si trova in Austria ed è considerato uno dei luoghi più belli del paese. Situato tra un lago e una montagna, è sopravvissuto alle tipiche case alpine. Dal 1997, il villaggio è stato inserito nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO per le sue dimore colorate e i paesaggi culturali. Hallstatt è così idilliaca che una replica è stata costruita a Huizhou, in Cina. Non ci sono voluti più di turisti asiatici per invadere il luogo originale. L’anno scorso, il sindaco del villaggio ha implorato i visitatori di non venire. Quindi sarebbe opportuno attendere qualche anno prima di poter godere appieno di questo luogo incantevole o andarci in bassa stagione.

READ  Lungometraggio "Disco Boy" raffigurante l'isola

Villaggio di Popeye a Malta

Popeye Village o Sweethaven Village si trova nel nord-ovest dell’isola di Malta. A differenza di altri, ha una particolarità: è pensato come sfondo per un film. Nel 1979 i lavori iniziarono e durarono sette mesi. Per l’occasione, centinaia di tronchi necessari per la costruzione vengono importati dai Paesi Bassi e dal Canada. Le riprese del musical Bob Con Robin Williams, è iniziato il 23 gennaio e si è concluso il 19 giugno dello stesso anno. Oggi le venti capanne di legno sono disponibili al pubblico. Spettacoli, musei, immersioni e mountain bike fanno di questo luogo un luogo molto frequentato dai turisti.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *