Screening del cancro al seno: radiologi sorpresi dalle raccomandazioni

Screening del cancro al seno: radiologi sorpresi dalle raccomandazioni

Il fatto che lo screening sistematico per il cancro al seno prima dei 50 anni sia considerato non necessario dal Gruppo di Studio sull’Assistenza Sanitaria Preventiva sorprende i radiologi del Quebec; Lo vedono come una mancanza di credibilità.

• Leggi anche: Screening del cancro al seno: non esiste alcuna raccomandazione tra i 40 e i 49 anni

• Leggi anche: Cancro nella famiglia reale: nessun ritorno imminente per la principessa Kate

• Leggi anche: Dopo che le è stato diagnosticato un cancro al seno, Diane Lavallee si prende una pausa dal lavoro

“Ciò va contro la letteratura degli ultimi anni, ma va anche contro tutte le raccomandazioni delle comunità scientifiche nel resto dell’Occidente, intendo l’Europa, intendo gli Stati Uniti”, ha detto il dottor Hans.S Grégoire Bernich, Presidente della Società dei Radiologi del Quebec.

Il signor Burnish si rammarica dell’assenza dei radiologi nello studio e nella preparazione del rapporto.

Ha continuato: “Abbiamo difficoltà a prendere sul serio questo rapporto e crediamo che manchi di credibilità, soprattutto perché contraddice la scienza”. Il risultato.

Secondo la Task Force canadese sull’assistenza sanitaria preventiva, lo screening sistematico prima dei 50 anni può portare a risultati falsi positivi e a diagnosi eccessive.

DottS Bernich è d’accordo su questo punto. “I pazienti più giovani hanno seni più densi, contengono più ghiandole e quindi saranno più confusi da una lettura radiologica.”

Tuttavia, Bernich afferma che preferirebbe subire la pressione dei falsi positivi per salvare vite umane piuttosto che “cedere per evitare l’ansia”, ricordando che il test è a discrezione di ciascuna donna, e quindi senza impegno.

Il rapporto ritiene inoltre che non sia stato condotto alcuno studio comparativo sui benefici in termini di sopravvivenza, cosa che il presidente dell’associazione smentisce.

READ  Perché le bollicine di champagne volano verso l'alto?

“Non è quello che chiediamo perché non è nemmeno quello che stiamo affrontando. […] “Penso che ci siano pregiudizi a cui sono stati esposti che ci disturbano e, allo stesso tempo, è qualcosa che invia un messaggio molto dannoso alla popolazione”.

Secondo lui, già da diversi anni il College of Physicians incoraggia le donne tra i 40 ei 49 anni a sottoporsi allo screening.

“La differenza è che non esiste un programma di screening sistematico in cui ricevono lettere i pazienti di età compresa tra 40 e 49 anni, attualmente solo quelli di età compresa tra 50 e 74 anni, ma questi pazienti di età compresa tra 40 e 49 anni rappresentano il 17% dei casi di cancro in Canada”. . ha sostenuto.

Ha aggiunto: “Nel 2024, il miglior trattamento per il cancro è la diagnosi precoce”.

Età consigliata per gli esami per provincia:

  • Da 40 anni: Columbia Britannica, Nuova Scozia, Isola del Principe Edoardo e Yukon
  • Passando da 50 a 40 quest’anno: Ontario e New Brunswick
  • Da 45 anni: Alberta e Territori del Nordovest
  • Da 50 anni: Quebec, Manitoba e Terranova

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *