Scoperta una nuova specie di orca

Scoperta una nuova specie di orca

Una piccola rivoluzione nella classificazione delle orche! Biologi americani e canadesi hanno identificato due nuove specie di questi cetacei nella Columbia Britannica. Perché è così bello?

“Perché dalla prima menzione tassonomica delle orche da parte dello svedese Linneo nel 1758, gli specialisti hanno riconosciuto solo una specie: Orca Ursina “, ricorda Philip Morin, ricercatore del Southwest Fisheries Science Center di La Jolla (California) e coautore di questa scoperta. Pubblicato in Scienza aperta della Royal Society Nel marzo 2024.

Una di queste due nuove specie è l’orca di Bigg, o Ursino retto, che costituiscono un gruppo di nomadi che si sviluppa intorno all’isola di Vancouver. L’altro è scammon degli orchi, o Orsinus Ater, divisi in due gruppi detti popolazioni “residenti” nel nord e nel sud della stessa isola. Queste due specie differiscono per dimensioni, pigmentazione, distribuzione, dieta e genetica.

Pertanto, le balene Big Orca sono più potenti e più grandi: 7,1 me 4,7 tonnellate per le femmine e 8,3 me 6,6 tonnellate per i maschi. La loro preda? Mammiferi marini.

Gli scammoni, che sono i più sottili, sono lunghi solo 7,2 metri. Mangiano solo pesce, come il salmone. La sottopopolazione che abita nel nord dell’isola di Vancouver e quella che abita nel sud costituiscono un’unica specie. “Nemmeno due sottospecie, anche se non si incontrano e hanno dialetti diversi!”, afferma Thomas Jefferson, coautore dello studio e tassonomista dei cetacei presso il Southwest Fisheries Science Center di La Jolla.

“Orche [de l’île de Vancouver] È il più studiato al mondo, continua Philippe Morin. Tuttavia, abbiamo dovuto raccogliere molti dati per arrivare a queste conclusioni. » Stiamo parlando di decenni di osservazioni, studi sul campo, analisi genetiche e confronti anatomici su cadaveri spiaggiati!

READ  Aspartame: perché il dolcificante artificiale più famoso per le bevande zuccherate è un problema?

“Il nostro studio potrebbe servire da modello per descrivere altre specie o sottospecie di orche assassine”, spera Thomas Jefferson. Tuttavia, l’ostacolo principale sarà la mancanza di dati. »

In effetti, la quarta popolazione di orche assassine dell’isola di Vancouver, che vive al largo dell’Oceano Pacifico, interessa agli scienziati. “Costituisce una specie? Ci mancano i dati per stabilirlo, si lamenta il ricercatore. Tuttavia, credo che con gli sforzi necessari presto saremo in grado di identificare altre specie di orche, soprattutto all’interno di una decina di gruppi che lo hanno già fatto. stato identificato».

Il prossimo passo: convincere il comitato di tassonomia della Marine Mammal Society ad accettare questa divisione all’interno del genere Orsinus.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *