Scienza e vita sulla terra

Sopravvissuti all’ultima crisi di estinzione – di Richard Flament

“Elmo Shinnam”.

66 milioni di anni fa, l’era dei dinosauri si concludeva con una storia degna di un film sulla fine del mondo. Meteore, climi estremi ed eruzioni vulcaniche hanno reso la vita così ostile a qualsiasi essere terrestre, che i dinosauri sono morti durante questa catastrofe. Tuttavia, non tutti sono scomparsi. Un gruppo di dinosauri piumati è riuscito a resistere ripetutamente alle esplosioni climatiche che si sono protratte sulla Terra in quel momento.

Nelle idee popolari, è comune credere che i dinosauri si siano estinti molto tempo fa, quando in realtà sono molto diversi oggi. Eredi di un regno colossale, questi ultimi sopravvissuti sono semplicemente tutti uccelli. Allora perché gli uccelli la fanno franca e non i grandi dinosauri come il Tyrannosaurus Rex o altri sauropodi?

La ragione principale della scomparsa dei grandi dinosauri (e di altre creature viventi durante questo periodo) è l’interruzione della catena alimentare dovuta a vari eventi climatici avvenuti 66 milioni di anni fa. Così la vegetazione, le prede e i predatori sono stati fortemente colpiti. Per non parlare dell’enorme asteroide che si è schiantato a Chicxulub, in Messico, che ha distrutto molta vita al momento dell’impatto e forse ha oscurato la Terra per anni.

Per quanto riguarda i nostri cari uccelli, o dinosauri “uccelli”, sono riusciti a sopravvivere senza molti danni grazie alle loro diete diverse da carnivori ed erbivori. Almeno, questa è l’ipotesi più probabile. In effetti, gli uccelli sono in qualche modo opportunisti e quindi hanno la possibilità di predare una varietà di alimenti come semi o insetti. Inoltre, la loro riproduzione è più veloce di quella di altri dinosauri e quindi rinnoveranno un nuovo gruppo più velocemente.

READ  Festival della Scienza a Lunell

Decine di milioni di anni di evoluzione hanno spinto i dinosauri sopravvissuti a ciò che sappiamo oggi sulla diversità degli uccelli. In alcuni uccelli come gli struzzi, l’emù e il casuario dall’elmo, la loro morfologia delle zampe viene utilizzata nel cinema per ricreare quelle che dovevano essere le zampe di un dinosauro carnivoro risalente all’era secondaria. Allo stesso tempo, sono dinosauri… Chi avrebbe mai pensato che possiamo vederli ancora oggi?

Richard Flament, dottorando in biologia evoluzionistica presso la Qatar University

[email protected]

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *