Samsung sta migliorando le sue cuffie ANC ma continua a ignorare iOS

Buds2 Pro è ancora abbastanza compatto, offrendo una buona qualità del suono, una durata della batteria decente e un’efficace riduzione del rumore. È un peccato che Samsung non abbia dedicato più sforzi all’app, che non è disponibile per iOS.

Dopo i Galaxy Buds2 (149 euro) che abbiamo Testato l’anno scorsoSamsung offre i Galaxy Buds2 Pro (229 euro). Il termine Pro indica che la riduzione attiva del rumore (ANC) è più efficiente e il suono è stato migliorato. Questo è quello che vedremo…

Abbiamo apprezzato le dimensioni compatte dei Galaxy Buds2. Samsung è riuscita a fare lo stesso con le sue cuffie Buds2 Pro che sporgono appena dall’orecchio e sono più piccole del 15% rispetto alla prima generazione di Galaxy Buds Pro. Questo non impedisce loro di tenere perfettamente in posizione e molto comodi da indossare, scegliendo la taglia giusta per le estremità (tre paia disponibili). Buon punto, è certificato IPX7 e quindi può essere utilizzato in bagno. In confronto, Buds2 beneficia solo della certificazione IPX2.

© LM / 01net.com

L’unico inconveniente, la loro forma arrotondata a volte li rende difficili da rimuovere dalle orecchie. Abbiamo attivato più volte un comando toccando inavvertitamente l’area touch durante questo processo. I controlli touch sono reattivi e consentono di controllare la riproduzione e ridurre il rumore, anche il volume, come vedremo di seguito.

Prima di passare alle prove di ascolto, abbiamo pesanti critiche nei confronti di Samsung. A seconda dello smartphone che intendi utilizzare, non potrai accedere a tutte le funzioni delle cuffie. In effetti, l’app Galaxy Wearable non è disponibile su iOS. Avrai bisogno di uno smartphone Samsung recente per accedere ad alcune funzioni avanzate (vedi sotto). Un’altra lamentela, la funzione di commutazione automatica, che equivale alla tecnologia Bluetooth multipoint, consente di collegare due dispositivi contemporaneamente, ma funziona solo con dispositivi Samsung (smartphone e tablet con almeno OneUI 3.1, Galaxy Watch modello 4 e persino televisori recenti). Lo stesso vale per l’accoppiamento rapido su smartphone e tablet. Peccato che Samsung non utilizzi Google Fast Pair, che è più universale sugli smartphone Android.

READ  Da novembre Sony ha venduto 10 milioni di console PS5

suono caldo

Grazie all’uso di due altoparlanti (uno per i bassi e uno per gli alti), i Galaxy Buds2 Pro offrono un’eccellente qualità del suono. Abbiamo apprezzato l’ottima presentazione del vestito e dei medio-bassi. Ma anche i prospetti ne fanno parte, consentendo i dettagli. Tuttavia, il suono è meno neutro rispetto a quello fornito da Apple AirPods Pro.

Le cuffie hanno i classici codec audio SBC e AAC, ma la scheda riproduce anche l’HD utilizzando il codec SSC (Samsung Seamless Codec). Sfortunatamente, come avrai intuito dal nome, questo è un codec Samsung! Abbiamo chiesto al produttore informazioni su questo codec, ma non abbiamo imparato molto, tranne per il fatto che gestisce l’audio a 24 bit anziché a 16 bit. Inoltre, funziona solo con dispositivi che hanno una versione One UI 4.0 (o successiva). Quindi abbiamo eseguito un test di ascolto con uno smartphone Galaxy S22, senza notare alcuna differenza evidente nella qualità del suono. Nota che abbiamo già realizzato con il codec HD LDAC.

È inoltre necessario disporre di un dispositivo Samsung per accedere all’audio a 360 gradi del produttore e sfruttare l’audio a 360 gradi proprio come al cinema. Ora è compatibile con Dolby Atmos, nonché con l’audio multicanale 5.1 e 7.1, se si dispone di One UI overlay versione 4.1.1 o successive. Tuttavia, la sensazione rimane inferiore a quella offerta dall’audio spaziale di Apple su AirPods Pro, soprattutto per i suoni che dovrebbero provenire dal retro.

Riduzione del rumore di prima classe

Passiamo ora alla riduzione del rumore con il nostro primo test TGV. È pura magia che non si senta più il suono del treno. Purtroppo, avrai ancora diritto ai baby boom che si trovano nella tua stessa auto, così come agli annunci della console dall’altoparlante. In breve, Samsung non raggiunge il livello Auricolari QuietComfort Filtri audio Bose. Per strada, le due ruote si notano ancora leggermente. E in metropolitana, l’ANC fa un ottimo lavoro, anche se siamo ancora consapevoli dei suoni acuti che a volte si verificano durante l’accelerazione. Si noti che l’ascolto del suono ambientale è piuttosto normale e la riproduzione del suono è soddisfacente per le telefonate.

READ  Una meteora provoca un'esplosione equivalente a 200 tonnellate di TNT

Autonomia: risultati contrastanti

Abbiamo misurato la durata della batteria utilizzando un ANC di 4 ore e 57 minuti per amico fratello E 6 ore e 54 minuti per germogli 2. Buds2 Pro ha prestazioni migliori? Purtroppo no, perché il risultato cade a 5 ore e 35 minuti. In questione, quale ANC consuma più energia delle cuffie Buds2 e una batteria invariata. Tuttavia, questo valore rimane soddisfacente e può raggiungere 8 ore e 17 minuti se si disattiva la riduzione del rumore. Secondo Samsung, la custodia di ricarica consente un totale di 18 ore. Ma apprezziamo soprattutto le sue piccole dimensioni che lo rendono facile da mettere in tasca per portarlo in giro.

Samsung Galaxy Buds2 Pro_04
© LM / 01net.com

La custodia ha un diodo esterno per indicarne lo stato, oltre a un diodo interno per le cuffie. Ha una porta USB di tipo C per la ricarica, ma funziona anche in modalità wireless utilizzando la tecnologia Qi.

Samsung Galaxy Buds2 Pro_01
© LM / 01net.com

Per pochi lavori

Come abbiamo detto sopra, gli utenti di iPhone e iPad non potranno fare nulla con le cuffie, perché Samsung non offre l’app Galaxy Wearable. Passiamo quindi ai (felici) possessori di smartphone Android. Brutta sorpresa, né la forza ANC, né il volume ambientale possono essere regolati. L’app ha un equalizzatore con impostazioni preimpostate, ma non c’è ancora la modalità manuale, il che è un peccato.

Apprezziamo la funzione di test di adattamento delle cuffie, che consente di scegliere la misura giusta per le punte, oltre al rilevamento del suono. Quando parli con qualcuno, gli auricolari attivano automaticamente la modalità Oceano sonoro E abbassa il volume della musica. La modalità normale ritorna dopo 10 secondi senza parlare, ma è possibile modificare questo valore.

READ  "Resident Evil Village" sarà il gioco più completo nel 2021, secondo "HowLongToBeat"
Samsung Galaxy Buds 2 Pro
© FB / 01net.com

Ancora più sorprendentemente, l’app offre una funzione di promemoria dell’allungamento del collo, che viene attivata quando tieni la testa piegata per più di 10 minuti. L’app ti avverte e poi ti offre una sessione di stretching, che può essere stimata per evitare potenziali dolori alla schiena e al collo.

Siamo rimasti delusi dalla personalizzazione dei controlli touch, che si limitano solo a una pressione prolungata. Puoi scegliere tra cambiare le modalità ANC, usare l’assistente vocale e controllare il volume. Ma purtroppo non è possibile gestire sia il livello del volume che la riduzione del rumore.

Samsung Galaxy Buds 2 Pro
© FB / 01net.com

Se rimuovi entrambi gli auricolari dalle orecchie, la musica verrà messa in pausa automaticamente. Ma Samsung va oltre e include nell’app una funzione che trasferisce una telefonata o una conversazione vocale WhatsApp all’altoparlante dello smartphone quando Buds2 Pro viene rimosso. E se le reinserisci nelle orecchie, la chiamata passerà automaticamente alle cuffie.

Infine, è possibile collegare in loop Buds2 Pro se non sai più dove metterlo, a condizione che ti trovi nel raggio di portata del tuo dispositivo mobile per comunicare tramite Bluetooth. Adatto per la rotazione.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.