Salute | Parlare della propria salute sessuale è ancora una questione complicata per quasi un francese su due

(ETX Daily Up) – Che si tratti di endometriosi, mestruazioni, aborto spontaneo o malattie sessualmente trasmissibili, le donne devono affrontare ancora molti ostacoli all’idea di parlare della propria salute sessuale. Lo rivela un nuovo sondaggio, in cui quasi una donna su due ha difficoltà a discutere di questi argomenti con chi le sta intorno.

No, i periodi non sono “sciatti” o “vergognosi”. Negli ultimi anni sono diventati account e associazioni Instagram PodcastOppure documentari o libri ruotano tutti attorno a un obiettivo comune: abbattere i tabù ancora tenuti sulle mestruazioni.

Tuttavia, le mestruazioni sono ancora in cima alla lista dei tabù sulla salute sessuale e riproduttiva. Secondo questo sondaggio condotto per l’app medica Livi*, il 15% degli intervistati ha difficoltà a parlare liberamente di questo argomento con i propri cari.

Questo non è l’unico argomento in cui le donne francesi intervistate hanno difficoltà a dedicarsi. Le malattie sessualmente trasmissibili, ad esempio, sono associate al “vergognarsi” nel 24% di esse. Il ciclo mestruale è il terzo (15%) di questi tabù Endometrialeuna malattia ginecologica che colpisce circa una donna su dieci, ma è stata molto pubblicizzata (e quindi esclusa) negli ultimi anni.

L’imbarazzo provato da queste persone sembra essere strettamente correlato all’età. Ad esempio, la menopausa è in fondo alla lista (solo il 6% delle donne interessate ha affermato di avere difficoltà a parlarne con chi le circonda). Al contrario, sono stati gli intervistati di età compresa tra i 18 ei 34 anni ad esprimere la maggiore difficoltà a toccare questi temi, in particolare quelli relativi alla gravidanza e all’aborto (23%).

Tuttavia, il sondaggio rileva un imbarazzo generale per tutte le età poiché il 46% delle donne intervistate in generale considera “difficile fidarsi di chi ti circonda”. Anche il teleconsulto è stato indicato come una leva efficace per la “libertà di espressione”. Le donne intervistate ritengono che questo stile di consulenza aiuti in una certa misura ad abbassare le inibizioni quando si parla di argomenti relativi alla salute intima (rispetto alle pratiche mediche).

READ  Cosa dice la scienza sul diritto all'aborto?

* Studio condotto da YouGov Direct per Livi il 2 marzo 2022 su 453 donne di età compresa tra 18 e 54 anni.

Lia Druel

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.