Rugby – Italia – Il giocatore della nazionale italiana Ian McKinley si ritira all’età di 31 anni

Dopo essere diventato un giocatore della nazionale italiana nonostante abbia perso un occhio all’età di 21 anni, l’irlandese Ian McKinley ha dichiarato la fine della sua carriera. Non capita spesso di annunciare il suo ritiro due volte, e se Ian McKinley può permettersi quell’autenticità lunedì, è perché la sua carriera non è stata banale. Si è ferito gravemente a un occhio durante una partita quando aveva ventun anni, al punto da perderne l’uso, l’irlandese (ora 31enne) ha dovuto rinunciare ai suoi sogni di professionalità. Ma lui che ha fatto le sue armi con il Leinster e ha scelto il 20enne irlandese, ha potuto ricominciare a giocare in Italia nel 2014, grazie agli speciali occhiali che proteggevano il suo occhio buono, gli stessi che consentivano al francese. Florian Kaznav per continuare a giocare.

Anche la sua esibizione con il Treviso è finita Ha attirato l’attenzione del Direttore d’ItaliaIl connazionale Connor O’Shea. E nel 2017, McKinley è diventato un giocatore internazionale, battendo dalla panchina contro le Fiji, nella sua prima partita su 9 teste. Nel 2020 il suo contratto con il Treviso non è stato rinnovato. Senza un club da allora, ha deciso di sospendere definitivamente i nastri. La sua carriera è stata oggetto di Documentario in Italia.

READ  Sport femminile: la giocatrice di pallavolo Lara Logley è stata attaccata dal suo club per voler diventare madre

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *