Roma, l’amministrazione impossibile di una capitale fallita

Nella capitale, 2,8 milioni di persone vivono con orde di cinghiali insieme a topi, ratti e gabbiani che si godono i rifiuti sparsi sul pavimento. “A causa della mancanza di controlli, i cinghiali lasciano le riserve naturali legate alle regioni del nord-ovest”, afferma David Granieri, leader dell’Associazione Agricoltori Coldiretti.

La Città Eterna, soffocata da un debito cumulato di 12 miliardi di euro, sembra deserta. L’imperfezione della città è al centro delle preoccupazioni dei romani, chiamati ad eleggere il loro sindaco domenica 3 e lunedì 4 ottobre. Virginia Raggi si è candidata a sindaco nel 2016 sotto la bandiera del Movimento 5 Stelle, e si candida per un secondo mandato.

Di fronte a lei l’ex ministro dell’Economia di centrosinistra Roberto Gualtieri, il sovrano avvocato Enrico Michetti, e Carlo Calenda, fondatore del Partito Liberale Azion. Tutto promette cambiamenti drastici. Ma gli elettori non credevano più in lui.

Persistente “sentimento anti-romano”

Lucia, portinaia di un palazzo del centro storico, fa il punto della situazione. ” Roma è la pattumiera di un’epidemia. La nostra città non è più governata ! Per lo storico Andrea Sperry, professore alla Lewis University, bisogna risalire ai suoi inizi come capitale del Regno d’Italia per comprenderne la complessità.

→ analisi. Venezia: presto una tassa per migliorare la vita quotidiana della popolazione

“Non vi fu unanimità sul trasferimento della capitale da Firenze a Roma nel 1871, da qui il persistere del sentimento antiromano. Salvo poche eccezioni, nessun partito promosse figure chiave a capo del Campidoglio e nessun governo adottò le riforme necessarie per questa grande città senza regole”.

Infatti, un terzo della popolazione vive in alloggi costruiti abusivamente. ” Stiamo pagando le conseguenze dell’assenza di esperti per guidare la Roma e porre fine al nepotismo”. Ha aggiunto Elio Rosati, segretario regionale di Cittadinanzattiva (1), che opera per il rispetto dei diritti e dei doveri dei cittadini.

READ  Macron Draghi, la nuova coppia europea?

Il favoritismo è una tradizione

Tra i mali che affliggono Roma, il nepotismo è una tradizione. Ecco perché il Comune ei Servizi Pubblici, sotto il suo controllo, hanno circa 60mila dipendenti. L’AMA, che è responsabile della raccolta dei rifiuti, impiega 8.000 persone, di cui solo 4.000 sono addetti alla raccolta dei rifiuti dedicati alla raccolta di rifiuti stimati in 1,6 milioni di tonnellate all’anno. “Virginia Raggi si è impegnata a installare altri siti di compostaggio e a trovare una nuova discarica, ma non lo ha fatto” Mi dispiace per Elio Rosati. Il risultato: il trasporto dei rifiuti in altre regioni costa alla città 170 milioni di euro all’anno.

Anche la situazione per l’ATAC, l’ente dei trasporti urbani, è disastrosa. ” La maggior parte degli 11.600 dipendenti sta negli uffici mentre l’azienda non ha autisti e meccanici. Un sacco di autobus non manutenuti in fiamme! “, Cittadinanzattiva indignata (cittadinanza attiva).

protezione del vicinato

Per quanto riguarda gli spazi verdi, che hanno una superficie di 45.457 mq, il loro degrado sta peggiorando. “Il capitolino (amministrazione comunale, ndr) non ha sviluppato un piano di intervento sostenibileE molti residenti stanno ignorando il loro dovere civico”. Il trattamento del professor Sperry. Nulla è cambiato dal 1975, quando Alberto Moravia descrisse i suoi connazionali come “teppisti che fanno di Roma una città sporca, fatiscente e volgare”.

Una sentenza piuttosto dura, mentre molte associazioni stanno lavorando per sensibilizzare i residenti sulla tutela del proprio quartiere. Cristiano Tancredi, giovane geografo, responsabile del gruppo “Retake Roma”, si occupa del Parco degli Acquedotti, vicino a Cinecittà. “Per rilanciare la capitale, dobbiamo sviluppare il senso del bene comune. Questo include la pulizia delle panchine pubbliche e dei muri segnati”., Lui dice. “Non stiamo aspettando una rivoluzione a Capitol Hill. Di fronte all’ozio, reagiamo con amorevole potenza alla Città Eterna”.

————-

Altre grandi città da seguire

Milano. Il sindaco uscente Giuseppe Sala, esponente del Partito Democratico (PD), è nettamente in vantaggio sul rivale di destra.

READ  Mama Roma, il primo hotel Mama Shelter in Italia, aprirà a luglio

bolognese. In testa ai sondaggi il candidato all’alleanza tra Pd e Movimento 5 Stelle (M5S), Matthew Lepore.

Napoli. Il candidato dell’alleanza tra Pd e M5S, ingegnere e accademico Gaetano Manfredi, precede il centrodestra.

triestino. Il sindaco uscente di centrodestra, Roberto Dipiazza (Forza Italia), ha tutte le carte in regola per vedersi rinnovare il mandato.

Torino. Il candidato di centrodestra, Paolo Demilano, potrebbe conquistare il centrosinistra e il Movimento 5 Stelle.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *