Roberto Minervini torna a Cannes con I Dannati

Roberto Minervini torna a Cannes con I Dannati

– Il primo lungometraggio del regista Cosa farai quando il mondo sarà in fiamme?ambientato durante la Guerra Civile Americana, sarà presentato nella sezione Un certain Regard.

Il maledetto Di Roberto Minervini

Roberto Minervini Corre nell’immaginazione con Il maledetto [+lire aussi :
critique
bande-annonce
fiche film
]
. Il film, ambientato durante la Guerra Civile Americana, sarà presentato in anteprima mondiale alla 77esima edizione Festival del cinema di Cannes (14-25 maggio), nella sezione Un certain Regard. Questo è il sesto lungometraggio dell’autore Battito cardiaco [+lire aussi :
critique
bande-annonce
fiche film
]
(Proiettato nell’ambito delle proiezioni speciali del Festival di Cannes 2013 e ha vinto il Premio David Di Donatello 2014 per il miglior film documentario), da Louisiana (dall’altra parte) [+lire aussi :
critique
bande-annonce
interview : Roberto Minervini
fiche film
]
(Un certain Regard, 2015) O addirittura Cosa farai quando il mondo sarà in fiamme? [+lire aussi :
critique
bande-annonce
interview : Roberto Minervini
fiche film
]
(In Concorso alla 75ª Mostra del Cinema di Venezia) è una coproduzione italo-americana-belgo-canadese diretta da Paolo Benzi Per Okta Film e Dennis Bing Lee COME Roberto Minervini Per il film Pulpa, con Rai Cinema (Paolo del Broco(Coproduzione con Michigan Films)Alice Lumière E Sebastiano Andrés).

(L’articolo continua qui sotto – Informazioni Pubblicitarie)

La sceneggiatura, scritta dallo stesso Minervini, è ambientata nell’inverno del 1862. Nel pieno della Guerra Civile, l’esercito degli Stati Uniti invia un gruppo di volontari nell’Ovest in missione per esplorare e occupare terre inesplorate. La missione travolgerà un manipolo di uomini armati, rivelando loro il significato ultimo del loro viaggio verso il confine.

“Dopo diversi film nati in questo spazio ibrido, è diventato “Documentario Creativo”. Il maledetto “Rappresenta per me una nuova sfida: realizzare un film fantasy storico, in costume, senza sacrificare il realismo, l’immediatezza e l’intimità riscontrabili nei miei lavori precedenti”, ha affermato il regista, nato nelle Marche ma stabilitosi da anni nel Stati Uniti. “Lo spero. Il maledetto “Al Festival di Cannes, potrebbe essere la stessa sorpresa per noi che abbiamo realizzato questo film.”

READ  Shy'm e Lucie Lucas in BIKINI, MOZZAFIATO, accende il web

Le riprese del film sono state commissionate da Carlos Alfonso Corral (assistente operatore nei precedenti film Minervini), montaggio in Marie-Hélène Dozo (Che in realtà ha lavorato anche ai suoi film precedenti Tori e Lukita [+lire aussi :
critique
bande-annonce
interview : Joely Mbundu
interview : Luc et Jean-Pierre Dardenne
fiche film
]
, Intranquillo [+lire aussi :
critique
bande-annonce
interview : Joachim Lafosse
fiche film
]
O L’uomo che ha venduto la sua pelle [+lire aussi :
critique
bande-annonce
interview : Kaouther Ben Hania
fiche film
]
), audio direttamente da Bernat Fortiana Chico-Montaggio audio Ingrid Simone. La musica originale proviene da Carlos Alfonso CorralMotivi Dennis Bing Lee. Mescolato da Tommaso Goodercalibrazione di Natalia Ragusio. I direttori di produzione che si sono occupati del film lo sono Francesca Vittoria Bennet E Bilyana Grozdanova.

Il maledetto Coprodotto da BeTV in collaborazione con Stregonia, con il sostegno della Direzione Generale del Cinema e dei Materiali Audiovisivi del Ministero della Cultura italiano, del Centro del Cinema, dell’Unione Audiovisiva Vallonia-Bruxelles, Shelter Prod, Tax Shelter e ING. Torino Piemonte Film CommissionIl Fondo per l’Audiovisivo del Friuli Venezia Giulia, il Credito d’Imposta Federale Canadese (CAVCO) e il Credito d’Imposta sulla Produzione Cinematografica e Televisiva del Quebec (SODEC), in collaborazione con Kaibou Production (Canada).

Le vendite internazionali del film sono gestite da Les Films du Losange.

(L’articolo continua qui sotto – Informazioni Pubblicitarie)

(Tradotto dall’italiano)

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *