Roberto Mancini punta alle semifinali e invita l’Italia a godersi la partita di apertura di Euro 2020

L’allenatore dell’Italia Roberto Mancini ha detto che spera che i suoi giocatori possano dare spettacolo nella partita di apertura di Euro 2020 contro la Turchia, e la sua ambizione è portarli almeno alle semifinali.

Gli Azzurri incontreranno la Turchia venerdì allo Stadio Olimpico di Roma nel match inaugurale del torneo.

La squadra di Mancini è entrata nell’Eurozona in una serie di 27 partite imbattute risalenti al 2018 e diversi cavalli neri si stavano promuovendo per vincerla.

“Penso che dopo tutto quello che abbiamo passato, ora è il momento di provare a farci sorridere”, ha detto Mancini in conferenza stampa.

“Questo sarà il nostro obiettivo il prossimo mese, vogliamo che le persone si divertano e si divertano. Penso che sarà un grande momento per tutti per 90 minuti, faremo del nostro meglio.

“La partita inaugurale è la più difficile, soprattutto all’inizio del torneo. Dobbiamo essere liberi e cercare di divertirci, questo dovrebbe essere l’obiettivo”.

Mancini ha supervisionato la trasformazione della nazionale dopo l’umiliante mancata qualificazione ai Mondiali 2018.

E non ha esitato a dire che aveva intenzione di fare un viaggio a Londra il mese prossimo, dove si sarebbero svolte le semifinali e le finali.

“Ero fiducioso tre anni fa e lo sono ancora di più adesso. Abbiamo lavorato davvero bene, abbiamo grandi giocatori e abbiamo creato un grande spirito di squadra”, ha detto Mancini.

“Lavoriamo insieme da tanto tempo e ci siamo divertiti e vogliamo continuare a divertirci. Alla fine del torneo vorremmo viaggiare a Londra”.

Il capitano dell’Italia Giorgio Chiellini era in campo quando l’Italia ha pareggiato 0-0 contro la Svezia a San Siro nel novembre 2017 per suggellare la sconfitta per 1-0 nelle qualificazioni ai Mondiali.

“Siamo molto desiderosi di recuperare e giocare un ruolo da protagonista in una competizione importante”, ha detto Chiellini.

“Questa sconfitta contro la Svezia a San Siro è ancora con noi e non possiamo cancellarla, ma siamo riusciti a trasformare quella delusione in entusiasmo e voglia di fare bene.

“Questa sensazione non è solo in noi, ma in tutti i tifosi della Nazionale. Non crederai a quanti amici e famiglie siano stati così motivati ​​dalla Nazionale, in attesa di questa partita persa cinque anni fa. Siamo consapevoli di questo e non vedo l’ora di uscire e provare queste sensazioni.”

C’è stato un duro colpo per Mancini alla vigilia del torneo quando il centrocampista della Roma Lorenzo Pellegrini ha lasciato la squadra per infortunio.

“Siamo disgustati da Lorenzo perché è un giocatore così importante e può occupare molte posizioni”, ha detto Mancini.

“E’ deludente vedere come è successo perché era in così buona forma. Siamo molto dispiaciuti per lui come giocatore e come persona ed è triste lasciare la Nazionale italiana l’ultima giornata”.

Leggi tutte le ultime notizie, ultime notizie e notizie sul coronavirus qui coronavirus

READ  The final "Jopardi!" The Air Loop

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *