Rinascimento italiano o semplice pittura?

Rinascimento italiano o semplice pittura?

Dopo aver battuto il Galles l’anno scorso nel torneo e l’Australia a novembre, la Nazionale, che domenica ha sfidato i Blues, vorrà dimostrare che gli anni bui appartengono al passato.

La fine di un lungo calvario. L’anno scorso, l’ultimo giorno del torneo, L’Italia batte il Galles a Cardiff (21-22)Dopo, dopo Crazy Race di Ange Capuozzo conclude con un articolo di Edoardo Padovani. Uno scoppio meraviglioso, esilarante, da parte degli italiani che lo hanno messo fine 40 sconfitte consecutive in sette anni di competizioni. Il tour autunnale di Transalpine, intanto, ha confermato una ripresa: nonostante l’imbarazzante battuta d’arresto in Georgia a luglio (28-19), L’Italia ha eliminato l’Australia per la prima volta nella sua storia in autunno (28-27)..

Quindi è il momento di confermare Nazionale, quando trovato Sei paesi a cui è entrata a far parte nel 2000 (13 vittorie, 1 pareggio, 101 sconfitte). “Cambieremo alcuni punti per questi sei paesi”, ha detto. alla cautela Kieran Crowley, allenatore di Nuova Zelanda e Italiaincentrato su un gioco ambizioso e offensivo. Dobbiamo cercare di essere più creativi. Continua. Come allenatori abbiamo una responsabilità nei confronti del rugby in generale. Dobbiamo renderlo più attraente per gli spettatori”.

“Produci qualcosa sul campo che sia piacevole alla vista.”

Crowley descrive in dettaglio la sua cultura del gioco e le sue ambizioni atletiche: “Il rugby è un’attività di intrattenimento, dovremmo avere sempre più sostenitori e fan. Ora sono un allenatore più anziano”. (61 anni, ndr) Non è una mia priorità sapere se vinceremo o perderemo. Ma abbiamo la responsabilità di produrre qualcosa sul campo che sia piacevole alla vista”. D’altra parte, la selezione italiana, guidata da una giovane generazione non vincolata dalla sua genialità in meno di 20 anni, non ha risolto tutti i suoi problemi: costanza nelle prestazioni, profondità dell’organico… e le carenze sono note.

READ  Una stella sotto il sole durante il casting!

“Dal punto di vista tecnico, dobbiamo continuare a lavorare per migliorare la nostra conquista. Dobbiamo sviluppare un gioco che si adatti ai nostri giocatori, Segue l’allenatore che è stato allenatore del Canada (2008-2015) e poi allenatore della nazionale canadese Benetton Treviso (2016-2021). Quando guardi una squadra come la Francia, è chiaro che non siamo grandi e bravi come loro. Quindi tecnicamente dobbiamo essere bravi a gestire i palloni che dovremo negoziare. Dobbiamo anche essere bravi in ​​mischia ed essere un comunicatore. Se riusciamo a fare bene questo genere di cose, saremo in gioco”.

“Saremo sempre i perdenti, e va bene così”

A priori, gli italiani sono salvi da una sconfitta come quella del 2021, avendo “battuto” il maggior numero di punti (239) e tentativi (34) di subire gol in un’edizione. da lì a fare meglio di dieci anni fa quando, Per ordine di Jacques Brunel, hanno riportato in patria la Francia e l’Irlanda? Affrontare questi due paesi, favoriti nell’edizione 2023, sembra un’impresa impossibile. Ma una mossa potrebbe essere possibile contro i gallesi in casa e in Scozia. “Se fai un sondaggio per vedere chi arriverà ultimo, tutti ti diranno Italia, Kieran Crowley non si nasconde. Saremo sempre gli sfavoriti, e va bene così. Ci concentriamo solo sulla nostra prestazione. Dobbiamo fare le cose bene e assicurarci di sapere di averle fatte bene.

Il fatto di porre fine alla striscia nera ha comunque frenato i Transalpini, che nel 2022 hanno chiuso un bilancio rialzista (cinque vittorie, sei sconfitte). “Abbiamo sempre parlato di questo spettacolo. Puoi sempre dire che non ti importa di lei, ma era sempre da qualche parte nelle nostre teste.”L’ottimista Kieran Crowley cattura: Potremmo essere all’alba di una nuova era. Aspettiamo e vediamo…” La paura di sbagliare deve scomparire per il capitano Michel Lamaroux e le sue truppe. Comunque, era calmo. “Devi creare un ambiente in cui i giocatori possano prosperare, Il tecnico della Nazionale conferma. Quando le cose non vanno bene, devi anche accettare che possano succedere. I giocatori possono sbagliare, ma devono imparare da loro”. Da vedere domenica (ore 16) contro la Quindicesima della Francia, numero 2 del ranking mondiale che conta ancora tredici successi di fila.

READ  Festival Internazionale del Film di Roma 2021

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *