Riforma “sessista”, “scienza finta” e dovrebbe essere riscritta

Quebec – Senza studi scientifici, non c’è dubbio che la riforma degli standard di salute e sicurezza sul lavoro del governo Legault sia stata adottata.

L’opposizione ufficiale è categorica: la legge 59 del ministro del Lavoro, Jean Bouet, deve essere sottoposta a una revisione radicale per ottenere il suo sostegno.

Il Partito Liberale (PLQ) chiede quindi uno studio scientifico rigoroso chiamato “analisi di genere” (ADS) per dimostrare che questa riforma non punirà le donne.

Secondo il portavoce liberale per l’occupazione Moncef Darraji, questa riforma è “di parte di genere e sottovaluta la scienza”, poiché diversi sindacati e gruppi di lavoratori si sono incrociati durante le consultazioni della scorsa settimana.

La massiccia legislazione di 118 pagine mira a modernizzare la legge esistente che risale a 40 anni fa.

“Consenso sul disegno di legge.”

“C’era quasi unanimità sul disegno di legge (durante le consultazioni)”, ha detto il signor Darraji in un’intervista con l’Agenzia di stampa canadese trasmessa domenica. Perché il ministro ha scelto solo pochi punti concordati? ”

In base a questa riforma, molti settori occupazionali a predominanza femminile non saranno soggetti agli attuali meccanismi di prevenzione.

Ad esempio, si può ritenere che gli ospedali abbiano un basso rischio di incidenti quando viene segnalato un gran numero di lesioni ogni anno.

Il parlamentare liberale ha denunciato, affermando che il livello di rischio è basso in ambito sanitario, non ha certo consultato i lavoratori. Il disegno di legge tiene conto degli effetti della pandemia? “

Secondo il PLQ, ora spetta al ministro e al governo Caquista dimostrare, con studi seri, a sostegno delle prove scientifiche, che il disegno di legge non punirà le lavoratrici. Un ‘”analisi di genere” tiene conto delle differenze di genere nella pianificazione e nella fornitura di cure e servizi.

READ  Dovresti bandire completamente questi alimenti e scoprire perché

Dati scientifici

“Non voglio, come legislatore, iniziare a studiare il progetto di legge senza avere un quadro corretto dei suoi effetti sulle donne al lavoro”, ha detto il signor Darraji. Il ministro dovrebbe confermare che il suo disegno di legge non riguarderà i casi di infortuni sul lavoro delle donne “.

L’attuale legge prevede quattro principali meccanismi di prevenzione: il Comitato Salute e Sicurezza, il programma sanitario della struttura, il programma di prevenzione e il rappresentante della prevenzione. Con la riforma, i datori di lavoro sarebbero preferibilmente suddivisi in base alla loro dimensione e tra livelli di rischio basso, medio e alto, con meccanismi di protezione progettati per ciascuno.

Tuttavia, per determinare il livello di rischio, faremo affidamento sui dati di compensazione del Comitato per gli standard, che si occupa di sicurezza e protezione, e non su studi scientifici, che molti denunciano. .

“Dove sono i dati scientifici?” Ha chiesto il signor Darraji. Perché non ci affidiamo alla scienza? “

Salute pubblica

Inoltre, secondo la legge, i medici specializzati nei dipartimenti di sanità pubblica (DSP) non potranno interferire sul posto di lavoro se non contattati dal datore di lavoro.

“È normale, dopo tutto quello che abbiamo vissuto, che entriamo e separiamo le competenze dei medici della sanità pubblica?” Il portavoce dei liberali era indignato.

Il signor Darraji si chiede se non siano stati i funzionari o l’ufficio del primo ministro a guidare la preparazione di questa legge invece del ministro, “che ha ancora una buona reputazione per fare le cose bene”.

Ha concluso: “Tutti sono d’accordo ad aggiornare la legge, ma nessuno dice che questo è il modo in cui dovrebbe avvenire la modernizzazione”.

READ  Astronomy Calendar for 2021: When to see full moons, planets, eclipses, and meteor showers

Il disegno di legge 59 mira a ridurre i costi di risarcimento per le vittime di incidenti sul lavoro.

Il Centro nazionale per le scienze economiche e sociali (CNESST) ha pagato sussidi per un totale di $ 2,22 miliardi nel 2018. Quindi ha accettato 103.406 infortuni sul lavoro e ha registrato 226 decessi. 251 lavoratori subiscono un infortunio ogni giorno.

Secondo i dati del Centro nazionale per le scienze sociali, le lesioni mentali sono aumentate del 67% negli ultimi 10 anni.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *