Ridurre temporaneamente le tensioni tra Cina e Taiwan

Ridurre temporaneamente le tensioni tra Cina e Taiwan

Quando il mese scorso la Cina ha lanciato esercitazioni militari nello Stretto di Taiwan in risposta a un incontro in California tra il presidente Tsai Ing-wen e il presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Kevin McCarthy, si diceva che stesse effettuando esercitazioni di accerchiamento (il termine utilizzato dai cinesi propaganda) e che la pressione continuava a crescere tra Cina, Taiwan e Stati Uniti. .

Ma cosa succede se la realtà è completamente diversa e più complessa?

Le tre parti sono su un percorso pericoloso che porta a un’escalation delle tensioniafferma Amanda Hsiao, analista cinese seniorGruppo di crisi internazionalecon sede a Taipei. Ma bisogna anche saper riconoscere i passi che stanno compiendo nella giusta direzione.

In questo caso, Stati Uniti, Cina e Taiwan si sono sforzati di ridurre il livello di provocazione delle loro azioni, cosa che prima non accadeva. Taiwan ha fatto una concessione spostando in California l’incontro previsto per Taipei. La Cina, nonostante abbia portato le navi più vicino alle coste di Taiwan rispetto a prima, ha condotto esercitazioni più brevi e meno faticose rispetto allo scorso anno, quando ha lanciato i missili balistici.Hsiao aggiunge.

La visita dell’ex presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, ha suscitato indignazione a Pechino lo scorso agosto. Mancavano pochi mesi al congresso del Partito comunista cinese, quando il presidente Xi Jinping cercava uno storico terzo mandato. Alcuni analisti hanno detto che voleva essere duro con Taiwan.

effetto polling

Quest’anno le elezioni presidenziali taiwanesi previste per il prossimo gennaio avranno un effetto moderatore su tutti i giocatori.

A causa delle elezioni, penso che quest’anno la Cina sarà più attenta nei suoi rapporti con Taiwan, afferma Amanda Hsiao. I cinesi vorranno sottolineare i vantaggi che un commercio più stabile con loro porterebbe ai taiwanesi. Si asterranno dall’essere troppo aggressivi in ​​questa stagione della campagna perché minerebbe il messaggio più ampio che stanno cercando di inviare.

READ  Il programma delle trasferte del Presidente del Consiglio per martedì 19 aprile 2022

Perché ora il rapporto tra Cina e Taiwan sarà al centro della campagna elettorale taiwanese. I principali candidati sono appena stati scelti quando sappiamo già che vogliono essere responsabili e moderati nei confronti di Pechino. In effetti, nessuno a Formosa vuole la guerra.

La Cina vuole eleggere il Kuomintang (KMT), partito più aperto alla riconciliazione, analizza Amanda Hsiao. Penso che il più grande pericolo che si profila all’orizzonte sia come Pechino risponderà alla potenziale rielezione del Partito Progressista Democratico (DPP) sotto il vicepresidente in carica William Lai.

Quest’ultimo, come i precedenti leader del partito, sottolinea la necessità per Taiwan di difendere la propria sovranità contro la Cina.

Per ora il tono sembra più conciliante a Pechino. Le visite d’affari e politiche tra Cina e Taiwan si sono intensificate dalla fine della rigorosa politica anti-coronavirus della Cina.

Taiwan non si ritirerà dal suo impegno a migliorare e mantenere un forte ambiente imprenditorialeil presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha promesso il 23 aprile in un discorso alla Camera di commercio americana a Taiwan. Nonostante le sfide che la Cina deve affrontare, siamo stati e continueremo ad essere cauti nella gestione degli affari attraverso lo Stretto. Non saremo provocatori e lavoreremo con i nostri partner democratici per garantire la pace e la stabilità nella regione indo-pacifica, in particolare nello stretto di Taiwan.

Calma l’opinione pubblica in Cina

Quotidiano finanziario giapponese Nikki Ha pubblicato un’analisi la scorsa settimana suggerendo che coloro che mettono in dubbio, sui social media, la rilevanza o la necessità per la Cina di invadere Taiwan non vengono più censurati. Riflette il grado di crescente preoccupazione delle imprese per i rischi per l’economia.

READ  La comunità internazionale condanna il colpo di stato in Myanmar

Sebbene la Cina non escluda l’unificazione di Taiwan con la forza, i suoi esperti militari e di sicurezza sanno per esperienza che sarà molto difficile.afferma l’editorialista Katsuji Nakazawa, che in precedenza era stato capo dell’ufficio Nikki In Cina. Pertanto, si è reso necessario per il momento calmare l’ondata dell’opinione pubblica scatenata dalla propaganda dei “guerrieri lupo”.

Se prevale l’impressione che la guerra con Taiwan sia imminente, frenerà anche l’espansione delle società straniere in Cina e potrebbe portare a un deflusso di attività cinesi. L’impatto sull’economia cinese sarà significativodisse il giornalista.

Ogni giorno che passa in Ucraina conferma i timori in Cina, secondo gli analisti che citano fonti di Pechino, che la conquista di Taiwan non sarà né facile né rapida.

No, la guerra non è iniziata ei taiwanesi non trarranno beneficio dal vivere in rifugi. Tuttavia, anche se il rischio di una guerra imminente è minimo, resta il rischio di un errore imprevisto.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *