Resti umani sul campo a Firenze, altro orrore: terza valigia, questa volta una donna vittima

I carabinieri sul posto

Firenze, 14 dicembre 2020 – Non ha fine orrore di resti umani trovati in un campo a Firenze, tra il carcere di Sollicciano e la superstrada Firenze-Pisa-Livorno. Nei giorni scorsi sono state trovate due valigie rigide contenenti i resti saponificati di un uomo adulto ucciso con una coltellata alla gola.

Questo pomeriggio la terza, macabra scoperta: una terza valigia con altri resti all’interno, che secondo i carabinieri sarebbe di un’altra vittima.

Il ritrovamento è avvenuto durante un nuovo sopralluogo da parte dei militari dell’Unità Investigativa di Firenze nei pressi del Fi-Pi-Li ad una distanza di circa 100 metri in direzione Pisa, alla base della superstrada sopraelevata tra la stessa strada principale e la recinzione perimetrale posteriore del carcere di Sollicciano.

In serata la notizia che i resti (in avanzato stato di decomposizione) sarebbero di uno donna. Martedì mattina proseguiranno le attività ispettive con l’ausilio di un Nucleo cinofilo specializzato nella ricerca delle salme del Nucleo Doge dei Carabinieri di Bologna.

Niente al momento sull’identità del primo cadavere: in attesa di qualche aiuto dal Dna, l’ipotesi è che possa trattarsi di un uomo tra i 40 ei 60 anni, bianco. Al momento anche il lasso di tempo per risalire alla morte è ampio: da sei mesi a due anni dietro la scoperta dei resti. Oggi poi il ritrovamento della terza valigia con un secondo corpo o meglio parte di esso. Come le altre due, la valigia, piena di fango, sarebbe stata lì da tempo. È finito in quel campo, come gli altri due, dopo essere stato sbalzato dall’autostrada che gli passa sopra, presumibilmente in sequenza per così dire. E nelle prossime ore si svolgeranno ulteriori ricerche alla ricerca di una possibile quarta valigia nascosta tra la vegetazione di quella terra: logicamente dovrebbe contenere ciò che manca ai resti del secondo cadavere. Intanto, sempre in logica, ragionano gli inquirenti, le due morti dovrebbero essere collocate nello stesso contesto criminale. Avvolta in questo momento dal mistero più profondo.

READ  Coronavirus, ecco il piano vaccinale di Hope: "Useremo fiere e palestre, esercito coinvolto. Le prime dosi di Pfizer entro il 26 gennaio"

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *