Regno Unito, Francia, Italia, Austria e Spagna annunciano la cancellazione della tassa sui servizi digitali – JURIST

Una dichiarazione congiunta è stata rilasciata da Regno Unito, Francia, Italia, Austria e Spagna il petto Giovedì è stato annunciato l’abolizione della “Imposta sui servizi digitali” (DST).

Ciò avviene dopo un accordo con i cinque Paesi e il Dipartimento del Tesoro congiuntamente con l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico sulle definizioni dell’articolo 301 relativo alla tassa sui servizi digitali. Nell’accordo annullato, i paesi europei attueranno le attuali “misure unilaterali” durante un periodo di transizione.

La tassa della Sezione 301 interesserà le borse francesi, la vetreria austriaca e i cosmetici nel Regno Unito. Il comunicato si riferiva anche alla fase transitoria. Requisiti aggiuntivi per un anno dopo l’entrata in vigore del pilastro 1 richiederanno ai rispettivi stati di aggiungere qualsiasi ulteriore imposta di pilastro 1 alla parte dell’imposta sul reddito delle società dovuta.

La piena attuazione dell’ora legale in un accordo fiscale globale entrerà in vigore nel 2023. Tuttavia, i paesi dovrebbero mantenere misure unilaterali dell’ora legale fino ad allora. Il rappresentante per il commercio degli Stati Uniti (USTR) mira a collaborare con i cinque governi per supervisionare l’attuazione dell’accordo. L’indagine USTR è iniziata nel giugno 2020 e inizialmente riguardava altri paesi come India e Turchia, ma hanno scelto di non aderire all’accordo.

READ  Alexander Bizardin: "Dobbiamo avere un approccio molto trasversale"

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *