Quest'uomo ha subito 8 trattamenti chemioterapici e 35 trattamenti radioterapici per curare l'HPV

Quest'uomo ha subito 8 trattamenti chemioterapici e 35 trattamenti radioterapici per curare l'HPV

Agenzia di stampa francese

Judo: Teddy Renner è pieno di fiducia al torneo di Parigi

Grande pubblico, grande fiducia: il doppio campione olimpico dei pesi massimi Teddy Renner ha vinto il campionato di Parigi per l'ottava volta record, meno di sei mesi prima delle Olimpiadi. Certo, la strada per conquistare il terzo titolo olimpico nella categoria +100 kg è ancora lunga, dopo Londra 2012 e Rio 2016, e le difficoltà sono state relativamente domenica, in assenza degli altri principali concorrenti per il titolo olimpico. Ma questo giorno inaugura perfettamente l’anno 2024. “Questo è tutto, abbiamo iniziato bene l'anno”, ha detto Reiner. “Per me era importante venire a Parigi, una recensione, perché sarà così nel Giorno della Vittoria”, il prossimo 2 agosto all'Arena du Champ de Mars. Domenica a Bercy, in quest'altro palazzetto dove sarà Re, “il pubblico mi ha sostenuto bene”, ha elogiato il francese che vuole ancora “tenere i piedi per terra, valutare la situazione” perché, secondo lui, “ci sono cose che mancano”. Mesi dopo aver vinto il suo undicesimo titolo mondiale, a Doha, in Qatar, Reiner è tornato all'azione sul tatami nelle gare di singolo, e il tre volte campione olimpico (che è stato incoronato anche nel 2021 a livello di squadra) è ora l'unico detentore del record del Grande Slam di Parigi, Meglio di Lucy Dicus e Clarice Agbegnino (-63kg), che hanno vinto sabato per la settima volta, Reiner non ha necessariamente finito questo torneo durante la sua preparazione. Dopo due allenamenti in Brasile, al caldo, e poi in Kazakistan, al freddo, il 34enne francese crede di riprendere a Baku tra due settimane (16-18 febbraio). Ma non ha potuto resistere a una buona dose di trambusto, in prova per quello che lo aspetta quest'estate: “È stato bello, anche se non ero nella forma migliore”, Reiner ha messo le cose in prospettiva. “Ci sono sei mesi rimasti per lavorare sulla tecnica, sul fitness e ovviamente sul judo.” Ma per parlare di allenamento, gli mancavano i suoi attesi avversari più agguerriti ai Giochi, come il giapponese Tatsuro Saito o il russo Inal Tasoyev, che erano con lui. Condividere la medaglia d'oro ai Mondiali del 2023, o Tamerlan Pashayev, che ha perso contro di lui alle Olimpiadi di Tokyo del 2021. Il tagikistan Timur Rakhimov, attualmente numero uno al mondo, il georgiano Guram Toshishvili o il finlandese Marti Puumalainen, campione europeo a Montpellier. “In assenza di Reiner, neanche loro c'erano. L'importante era anche guadagnare punti preziosi nel 'Classifica Olimpica', dove verranno teste di serie le prime otto, e così avranno un percorso più chiaro verso i quarti di finale.” Domenica la stella ha dovuto lavorare sodo, soprattutto nella semifinale contro il 25enne uzbeko Alisher Yusupov, medaglia di bronzo ai Campionati del mondo del 2023. Per diversi secondi Percy e circa 15.000 spettatori sono rimasti in silenzio mentre Yusupov scendeva dal Gigante francese. Ma l'ippon, che era sinonimo di fine del combattimento, dopo un video arbitro è stato finalmente ridotto a un punto minore (wazari): Reiner non è stato lanciato direttamente sulla schiena. Il francese è riuscito a pareggiare prima di sferrare un altro attacco decisivo in porta. Ultimi secondi – 'Ha realizzato qualcosa di grosso' – Nella finale, contro il sudcoreano Minjong Kim che ha affrontato per la prima volta, Reiner ha disputato il suo unico incontro straordinario della giornata. Contro questo mancino più piccolo di lui, aspetto che temeva, Reiner ha finalmente vinto dopo 24 secondi extra. “Non è mai stato così e ancor meno adesso”, ha detto Reiner, che ha iniziato la giornata con tre incontri più facili. Reiner ha scelto Antalya, in Turchia, per il suo prossimo incontro a fine marzo, con gli occhi fissi sull'obiettivo olimpico. : “Ciò che mi motiva è l'esperienza dei Giochi di Parigi, in patria, è una cosa magica.” “Sto lottando per realizzare qualcosa di grande”, ha dichiarato, anche se “non funziona. La mia vita non funziona”. Non finisce qui, penso di aver già dimostrato abbastanza, ma questo per me è davvero importante, quindi farò di tutto per non arrivare a questa bellissima medaglia. ole/cpb/

READ  Le zanzare sono altamente resistenti agli insetticidi identificati in Asia

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *