Quasi 5 milioni di euro per i due progetti di elettrificazione e sviluppo rurale in Serpa-Sahel

Condividere significa prendersi cura!

Il Ministro di Stato e Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione, Sig. Housumi Masoudou, e SE l’Ambasciatore d’Italia in Niger. Ieri sera Emilia Gatto ha provveduto a firmare i due accordi a Niamey. Questo è il progetto di elettrificazione fotovoltaica rurale in Niger (contee di Keita ed Ella) con una sovvenzione di 3 milioni di euro o 1.967.871.000 franchi CFA e il progetto di sviluppo del bacino idrico regolamentare Serpa finanziato da 2.850.797 euro, o 1.867.272.035 di franchi africani.

Dopo la firma e lo scambio di documenti tra le due parti, il Ministro di Stato e il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione hanno stabilito che il primo progetto

di elettrificazione fotovoltaica rurale in Niger (contee di Keita ed Ella) per un importo di 3 milioni di euro o 1.967.871.000 franchi CFA, con l’obiettivo generale di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione rurale del Niger attraverso l’accesso ai moderni servizi energetici. “Questo progetto mira specificamente a migliorare le risorse energetiche nazionali attraverso l’installazione di sistemi fotovoltaici o ibridi nelle province di Kita ed Elia (regione di Tahwa)”, ha affermato.

Per quanto riguarda il secondo progetto per la realizzazione di un bacino idrico per la regolazione del Serpa, del valore di 28.50797 euro, ovvero 1.867.272.035 franchi CFA, secondo il ministro Hassoumi Messaoudou è volto a migliorare la prevenzione delle inondazioni, mitigare gli effetti dell’interramento e potenziare la produzione e sicurezza alimentare aumentando la produzione agricola. Ha sottolineato che “questo progetto mira specificamente a realizzare la regolamentazione della Sirpa ai fini della prevenzione delle inondazioni e della produzione agricola e idrica”.

Inoltre, Hassoumi Messaoudou ha specificato che gli obiettivi assegnati a questi due progetti sono pienamente in linea con la politica del governo e il Piano di sviluppo economico e sociale (PDES) del Niger in materia di sicurezza alimentare, infrastrutture, aspetti ambientali e buona salute. “La firma di questi accordi mi conforta ancora di più in quanto rafforza la dinamica di cooperazione tra il Niger e l’Italia che risale ai primi anni dell’indipendenza del nostro Paese. Ciò dimostra ancora una volta che il Niger è ancora uno dei Paesi africani su cui punta molto assistenza ufficiale allo sviluppo dall’Italia Il Ministro di Stato ha ringraziato il Sig. Hassoumi Masoudou le autorità italiane per il multiforme sostegno al Niger.

READ  Il capo del gruppo farmaceutico Roche lascia il consiglio di amministrazione del Credit Suisse

Da parte sua, ha affermato SE l’Ambasciatore d’Italia in Niger. Emilia Gato ha elogiato la cooperazione tra la Repubblica Italiana e la Repubblica del Niger. Ha concluso: “Questa firma è la conclusione di un percorso iniziato da tempo per completare due progetti in due settori molto importanti, in particolare l’elettrificazione rurale e la regolazione della portata del fiume Sirba”.

Yassin Hassan (singolo)

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.