Quanti megabyte ci sono in un ronbyte? Scopri i quattro nuovi prefissi del sistema internazionale!

A casa, tutto questo è poco utile, ma nei data center delle più grandi aziende IT, anche yottabyte (1024) non è più sufficiente. Il prefisso è stato introdotto nel 1991 e forse non avrebbe pensato che 30 anni dopo sarebbe stato quasi obsoleto.

Il 18 novembre, i rappresentanti di diversi paesi del mondo si sono incontrati alla Conferenza generale su pesi e misure (CGPM), che si è tenuta vicino a Parigi. Le voci di questi attori hanno portato alla standardizzazione di nuovi prefissi e all’accantonamento di hellaoctet e brontooctet, alla fine di scarsa utilità.

Dopo yottaoctet si può ora parlare di ronnaoctet (1027) e Kibyte (1030). Per provare a capire cosa significa l’ultimo prefisso, immagina che un SSD da 1 KB di dati possa memorizzare un miliardo di terabyte… sì, non sono sicuro che significhi davvero di più!

CGPM non guarda terribilmente a prefissi così grandi, e oltre alla riunificazione di Rona e Keita, si è parlato anche di infinitamente piccolo. Sue Frontone (10-27) e Keketo (10-30) completa una gamma il cui precedente aggiornamento risale anch’esso al 1991.

READ  Bouygues Telecom ha lanciato il proprio sistema di pubblicità mirata sui suoi TV box

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.