“Quando avevo cinque anni, nel mio primo ruolo, avevo imparato a memoria tutti i dialoghi degli altri”

Quando l’abbiamo trovata in questo Bobo Cafe alle 11e quartiere, seduto sul balcone davanti alla birra e parlando con il fotografo di Globalismo, Si incontrava appena, come se fosse una vecchia amica. Rebecca Marder, 26 anni, trasuda immediatamente quella facilità giocosa che hanno coloro che si legano facilmente e senza problemi evidenti. Con i suoi jeans, la mini giacca nera, i capelli annodati frettolosamente e i lineamenti puliti senza trucco, sembra una studentessa. Dal 2015 è diventata soprattutto una delle attrici protagoniste della Comédie-Française e ha iniziato la sua carriera esplosiva nel cinema.

Quando cominciò ad avere freddo, spense la sigaretta e le offrì di lasciarla cadere di nuovo dentro il bar. Dopo essersi scusata dieci volte per l’inconveniente, la cameriera ha sostituito la sua birra mezza mangiata con un dipolo di granatina che ha bevuto con gusto che le ha tinto la bocca di un bel color ciliegia. Appetitoso, infatti, non fa proprio per lui: “Lo abbino ai biscotti secchi della nonna in scatola.” Ho visto così… Preferisce la cena. “Appetitoso significa che non abbiamo tempo per gli altri.” Peggiore per il suo antipasto per la cena: “Qualcosa ha sbagliato.”

Ad ogni modo, di solito a quest’ora, ti prepari a entrare nel consiglio “orrore pazzo”. “Non bevo alcolici prima di giocare, avrò paura di dormire”. Dal momento che sei appena stato coinvolto nella nostra esistenza “vertiginoso” Dopo tre sorsi di birra, lo prende in parola. Ogni volta che c’è un bicchiere, è dopo lo spettacolo, con i compagni di gioco o anche d’estate. appetitoso il suo sogno, “Spritz su una sedia nel sud Italia, primo giorno di vacanza”.

Il “marcio viziato” che lega i ruoli

A parte quella vacanza, Rebecca Marder non ha molto. Quando non reciti a teatro, ti giri e viceversa. A tutta velocità, valuta la sua vita come “putrido viziato” che collega i ruoli. Alla Comédie-Française, interpreterà due spettacoli fino a febbraio, niente ciliegia e Fanny e Alexander24 dicembre, Capodanno. Sul fronte del cinema, la vedremo apparire, il 29 dicembre, in ingannoLa prossima uscita cinematografica di Arnaud il 26 gennaio – questa volta in un ruolo da protagonista – in bambina che sta bene, Il primo lungometraggio di Sandrine Kieberlin, prima di interpretare la giovane Simone Vail in Simone, Viaggio del secolo, Il film biografico, firmato da Olivier Dahan, è stato girato due anni fa e sarà proiettato sugli schermi a febbraio. Buon compagno, continui a ripetere quello che hai fatto “Un sacco di fortuna in questo contesto economico devastante”.

Hai il 66,89% di questo articolo da leggere. Il resto è solo per gli abbonati.

READ  deposito di oro blu a rischio

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.