Qual’è la differenza tra suv e crossover

Sono spesso usati come sinonimi, per indicare lo stesso tipo (o segmento, per usare un termine tecnico) di auto. Eppure SUV e crossover non sono la stessa cosa. Al contrario: anche se in un primo momento, disattenti, le differenze possono sembrare minime, si tratta di due tipologie di veicolo estremamente diverse.

Il differenza tra SUV e crossover, come vedremo più avanti, risiede in tanti dettagli a livello strutturale e meccanico che rendono queste due tipologie di veicoli adatte a diverse esigenze e diverse categorie di automobilisti. Il SUV, ad esempio è solitamente dotato di quattro ruote motrici, con una maggiore altezza da terra e quindi in grado di viaggiare anche sui terreni più sconnessi. Il crossover, forte e di dimensioni ridotte, si adatta meglio a percorsi urbani e suburbani.

SUV: definizione e caratteristiche

Acronimo di Sport Utility Vehicle (in italiano, sport utility vehicle), un SUV è un’auto con un rivestimento rialzato e di solito a quattro ruote motrici. Per certi versi simili ai fuoristrada – soprattutto per dimensioni e aspetto esteriore – i SUV si distinguono da questi ultimi soprattutto per gli spazi interni dell’abitacolo. Ampie e curate, offrono alti livelli di comfort durante il viaggio: questo li rende ideali per lunghi viaggi, sia su strade in perfette condizioni che su fondi sconnessi (si comportano molto bene sia su sterrato che su strade bagnate o ghiacciate).

I SUV sono quindi caratterizzati da elevati standard di sicurezza. Come dimostrano i risultati degli ultimi testi NCAP, l’ampia sezione anteriore e la solida carrozzeria rendono questo tipo di vettura particolarmente sicura in caso di incidente stradale. Una pecca, però, è rappresentata dal baricentro alto: se la distanza da terra aiuta a bypassare anche gli ostacoli più inaccessibili, in caso di urto può portare l’auto a ribaltarsi troppo facilmente.

READ  3 partite, 5 punti, 5 gol e 5 cartellini rossi per l'Italia U21

Crossover: definizione e caratteristiche

Come suggerisce il nome, i crossover nascono da “Mix” della carrozzeria di una station wagon e di un minivan. Una sorta di “mescolanza di razze”, insomma, che ne ha determinato il successo commerciale. I crossover ci sono seconda categoria di auto più venduta in Italia da tempo ormai e mese dopo mese stanno rosicchiando quote di mercato alle vetture compatte, puntando a diventare presto la categoria di veicoli più venduta nel nostro Paese.

I crossover sono tipicamente più piccolo dei SUV (non a caso sono chiamati anche SUV compatti) e non hanno la trazione integrale: per questo, nonostante l’altezza dalla carreggiata, non sono adatti per fuoristrada o superfici ghiacciate. Si tratta di vetture pensate per l’ecosistema cittadino, dove offrono comfort, grande guidabilità, sicurezza e consumi ridotti.

SUV vs crossover: le differenze

Come accennato inizialmente, le differenze tra SUV e crossover sono molte, soprattutto a livello strutturale e meccanico.

  • Corpo. Sebbene entrambi i tipi di veicoli utilizzino la monoscocca, quella dei SUV è mutuata dai fuoristrada, mentre i crossover la ereditano dalle berline;
  • Altezza. Essendo veicoli pensati (anche) per fuoristrada, i SUV hanno un’altezza decisamente maggiore rispetto ai crossover;
  • Peso. In termini di peso, vincono i crossover. Cioè sono più leggeri, garantendo quindi consumi inferiori rispetto alla “controparte”;
  • Trazione. I SUV di solito offrono anche la trazione integrale 4 × 4, mentre le ruote motrici di un crossover sono solo due.

Quando scegliere il SUV o il crossover

Ora che abbiamo visto quali sono le caratteristiche di un SUV e di un crossover e analizzato le differenze tra queste due tipologie di auto, è molto più facile capire quando scegliere l’una rispetto all’altra.

  • Quando scegliere il SUV. Sicurezza, comfort e versatilità sono le caratteristiche principali dei SUV. Grandi, dotati di una scocca resistente e in grado di destreggiarsi con qualsiasi tipo di superficie, gli Sport Utility Vehicle sono perfetti per chi cerca un’auto comoda e spaziosa che sia in grado anche di andare fuori strada senza il pericolo di rimanere bloccati. A ciò si aggiunge una grande scelta di dotazioni, che rendono questa categoria di veicoli adatta anche a chi non vuole rinunciare al lusso mentre è al volante;
  • Quando scegliere il crossover. Decisamente più piccoli per dimensioni, peso e consumo di carburante rispetto ai SUV, i crossover sono considerati da molti la city car del futuro. La mancanza di trazione delle 4 × 4 a trazione integrale non le rende adatte al fuoristrada ma, al contrario, sono perfette per muoversi in città o per affrontare lunghi viaggi in completa sicurezza e comfort. Insomma, se la tua passione sono i lunghi viaggi su strada, il crossover potrebbe essere il tuo compagno di viaggio ideale.
READ  il deficit pubblico sale al 9,5% del PIL nel 2020, sotto l'effetto del virus

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *