Punto, questo animale ha caratteristiche sorprendenti

Questo lunedì un primo piano del punto…il punto, che era già una star della biologia e che diventerà una star perché condividerà la vita quotidiana di Thomas Pesquet sulla Stazione Spaziale Internazionale. Credevo di conoscere più o meno questo organismo buffo, giallo canarino, gelatinoso come il budino inglese e di strane virtù. Ma ho trovato un articolo di m, rivista mondiale, E francamente ero lontano da esso, la bolla è semplicemente fantastica.

Per riassumere, diciamo che è un organismo unicellulare che non è né un animale né una pianta, nemmeno un fungo. Qualcosa che non può essere classificato quindi, ma ha intelligenza e persino grandi capacità di apprendimento. Cosa c’è di straordinario in questo?Non ha né cervello né neuroni. Mettilo all’ingresso di un labirinto e troverà da solo la via più breve per la farina d’avena depositata all’uscita, è il suo cibo preferito.

Se lo pianti in mezzo a molti cibi, si aprirà come un tentacolo per andare ovunque. Point ha anche incredibili capacità di rigenerazione. Taglialo a metà, guarisce in meno di tre minuti. Avvicinalo al monolitico e si fonderanno. Aggiungiamo che questo protozoo, che non ha zampe né pinne, può raggiungere una velocità massima di quattro metri al secondo, grazie a una rete venosa in grado di generare movimenti. Insomma, un alieno travestito da SpongeBob.

“ignorando la sofferenza”

È sulla Terra da allora 500 milioni di anni. Ed è diventato la stella delle classi SVT. Perché puoi fare molti esperimenti divertenti con pip. Ad esempio, mettendolo davanti a un mucchio di sale e vederlo tornare a tutta velocità. Possiamo anche fargli cambiare colore facendogli ingoiare coloranti naturali, oppure sottoporlo ai peggiori tipi di tortura per verificare se è davvero immortale.

“Ignora la sofferenza in quanto non c’è sistema nervoso”, identifica la ricercatrice Audrey Dessottor. “Ma questo non gli impedisce di rispondere allo stress, come una pianta”. È più divertente di una pianta, tuttavia, il che spiega il successo di Dot come animale domestico. Perché si, sul sito bellissimo angolo, troviamo i punti nella categoria Animali. Non esisteva una categoria “cose ​​sconosciute appiccicose”. Sono offerti da una mezza dozzina di allevatori: blobshop, adotta un blob, ecc.

READ  Scienze. Thomas Pesquet torna alla Stazione Spaziale Internazionale dopo la sua passeggiata spaziale سيرسير

da 20 a 40 euro, Ti vendono kit di coltivazione e una versione essiccata del punto. Per svegliarlo bastano poche gocce d’acqua, poi torna completamente viscoso. Persino una vera piccola pianta di muco. Una delle sue varianti è anche soprannominata dagli inglesi “vomito di cane”. In natura si trova su legno morto o frutti marci, ma ci vuole fortuna.

Controlla la tua crescita

Per allevare una bolla, non hai bisogno di particolari abilità scientifiche. La difficoltà principale è gestire la crescita del mostro. Se dimentichi di dargli da mangiare, uscirà dalla sua cassa in cerca di qualcosa da mangiare, e se attraversi gli altri blob che stai girovagando si fonderanno.

Fortunatamente, possiamo anche mettere a riposo la macchia “semplicemente smettendo di bagnarla. Come ha sottolineato Audrey Dussautter, “Non ci sono molti animali domestici che puoi addormentare prima di andare in vacanza”. Parti e svegliati dopo un mese”.

Possiamo accarezzare la sua bolla, parlargli? “Sì, “dice il ricercatore, è consigliato”. “I risultati non sono gli stessi se lo gestisci con attenzione. Da buon allevatore, diciamo anche che ha una ‘mano gialla’, come un buon giardiniere ha una ‘mano verde’. Alcuni lo chiamano, Bernard, Roger. In effetti , gli manca solo la parola “o re ball”, come dice un dilettante.

La redazione ti consiglia


leggi di più

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *