Psg-Istanbul Basaksehir, partita sospesa per condanna razzista del quarto uomo. Le squadre lasciano il campo – Corriere.it

Sensazionale al Parco dei Principi. Nella prima metà della partita valido per il gruppo H di Champions, 0-0, Psg e Istanbul Basaksehir, squadra di cui il presidente Erdogan è un grandissimo tifoso, sono usciti dal campo al 23 ‘del primo tempo. La ragione?

Il quarto ufficiale, il rumeno Sebastian Coltescu, avrebbe pronunciato una condanna razzista nei confronti del vicedirettore del club turco e di alcuni giocatori., la partita è stata sospesa con i giocatori che rientrano negli spogliatoi.

L’episodio è avvenuto al 16 ‘, nella confusione è stato espulso il delegato tecnico Pierre Webo, ex attaccante camerunense. Il tecnico Okan Buruk (ex Inter) arriva a prendere la sua difesa e urla al quarto ufficiale: Sei un razzista.

Istanbul è stata la prima a voler rientrare nel tunnel. Secondo le prime ricostruzioni Coltescu avrebbe usato la parola Negru nella sua lingua. Denunciato tutto l’attaccante senegalese Demba Ba, un passato al Chelsea. L’arbitro, Ovidiu Hategan (anche lui rumeno), inizialmente non ha capito la reazione e ha tirato fuori il rosso. Anche i funzionari dell’Uefa sono intervenuti per cercare di calmare gli animi, ma inutilmente.

Il club turco ha poi postato su Twitter un messaggio no al razzismo, al rispetto, lo slogan usato dalla UEFA. Neymar e Mbapp hanno difeso gli avversari, sostenendo la decisione di lasciare il campo. Accettando di tornare solo se il quarto uomo viene rimosso.

8 dicembre 2020 (modifica l’8 dicembre 2020 | 22:23)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Calenda chiama, Mastella se ne va: confronto diretto di Annunziata. Nuovi insulti: «Burinotto», «Sensale» - Corriere.it

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *