Project L – Riot Games definisce il suo picchiaduro, Project L

Se ne parlava da tempo e Project L di Riot Games sta finalmente iniziando ad emergere: il gioco prende la forma di un picchiaduro 2v2 ambientato nel mondo di Runeterra e i personaggi di League of Legends in competizione tra loro.

Tra i vari progetti in fase di sviluppo in Giochi antisommossaÈ noto da tempo che il gruppo sta lavorando a un gioco di combattimento: le voci circolano dall’acquisizione di Radiant Entertainment nel 2016 e, a margine dei Mondiali 2019, lo studio ha confermato lo sviluppo del gioco. L. progetto. Oggi, i fratelli Tom e Tony Cannon (fondatori di Studio Radiant) introducono in modo più dettagliato i principali meccanismi di questo famoso progetto L.

Quindi il gioco assume la forma di un picchiaduro che si svolge nel mondo di Runeterra e include i personaggi principali di League of Legends – Il video di presentazione (sotto) conferma in particolare la presenza di Jinx o Ekko, ma anche di Darius o Ahri, qui rappresentati con Design del personaggio metodo dell’anime.

Piccola originalità, il gioco integra battaglie a squadre, in formato 2 contro 2, in modo da esaltare la dimensione strategica degli scontri.
Per quanto riguarda Giocare a, ci riserviamo inoltre che lo sviluppatore intenda applicare i principi la legge di Bushnell (Un gioco facile da imparare, ma difficile da padroneggiare), soprattutto nella gestione di sequenze e combinazioni di attacchi. Il giocatore deve soprattutto riuscire a sviluppare la sinergia tra le abilità dei suoi due protagonisti e farle convivere efficacemente con lo sviluppo delle battaglie.
Il gioco prevede anche una dimensione multiplayer, quindi un’attenzione particolare è riservata all’icona della rete, per garantire le migliori sensazioni di gioco anche con scarsa connettività.

READ  Google Earth offre una funzione Timelapse per monitorare i cambiamenti nel pianeta negli ultimi 35 anni

A questo punto, una data di uscita del Progetto L non è stata ancora fissata e, secondo lo sviluppatore, c’è ancora molto da fare (il gameplay e il sistema di controllo di base funzionano, ma l’interfaccia o anche gli eroi richiedono ancora tempo per svilupparsi) . Pertanto, il progetto L non verrà lanciato nel 2022. Tuttavia, va notato che il progetto è ancora molto vivo.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *