Prima assicurati che ci siano “trappole fredde” di CO2 sulla sua superficie

Dopo diversi decenni di incertezza, un team di ricercatori americani ha confermato l’esistenza di “trappole fredde” sulla superficie lunare, potenzialmente contenenti anidride carbonica solida. Questa scoperta potrebbe avere importanti implicazioni per le future missioni lunari.

Sarai interessato anche a te


[EN VIDÉO] Chang’e 5 sbarco sulla luna
L’Agenzia spaziale cinese ci invita a ricreare l’atterraggio di Chang’e 5 sulla faccia visibile della Luna il 1 dicembre 2020. Il velivolo è atterrato in prossimità di tempeste in una rapida missione di raccolta di campioni. Questa è la prima volta in più di 40 anni che le rocce lunari sono state restituite alla Terra.

Il satellite naturale della Terra Luna È il corpo extraterrestre più vicino a noi, il che rende la sua esplorazione relativamente facile e motiva gli umani a raddoppiare i loro viaggi lì, con il lontano obiettivo di stabilire lì una colonia vitale e permanente. Queste future missioni richiederanno probabilmente l’immediato sfruttamento delle risorse, spingendo gli scienziati a condurre indagini preliminari.

Anidride carbonica fredda intrappolata al polo sud della luna?

Sebbene gli scienziati planetari siano già all’avanguardia nell’esistenza di queste trappole fredde da diversi decenni, questo nuovo studio, condotto da un team di ricercatori americani, è il primo a stabilire e mappare la loro esistenza.

A livello antartico, gli scienziati hanno fatto la loro scoperta: a causa della bassa inclinazione dell’asse di rotazione antartico. Luna (circa 1,5 gradi), alcuni crateri nelle regioni polari sono costantemente in ombra, proteggendo queste regioni dal sole a temperature inferiori a 60 gradi Kelvin (sotto -200 gradi Celsius!), anche più freddo della superficie Plutone. in queste zone, saziare Può esistere per sempre allo stato di ghiaccio, anche durante le temperature estreme dell’estate lunare.

READ  Sonic 2022: Takashi Izuka - Le aspirazioni di Akto

Per determinare le regioni più fredde sulla superficie lunare, gli scienziati hanno fatto affidamento su 11 anni di misurazioni della temperatura superficiale effettuate dal radiometro lunare. chiromante, uno strumento a bordo del Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA. I loro risultati indicano la concentrazione di trappole fredde attorno al polo sud della Luna e l’area totale di queste trappole sarà di circa 204 chilometri quadrati. Tuttavia, sebbene la presenza di anidride carbonica sia altamente sospettata, saranno necessarie future missioni lunari per analizzare con precisione la composizione del fondo di questi crateri.

Implicazioni per le future missioni lunari?

Se l’anidride carbonica congelata è già presente sulla superficie lunare, potrebbe essere sfruttata per produrre carburante o materiali per lunghe missioni lunari. Durata : i futuri esploratori lunari possono utilizzare questa risorsa per produrreacciaio o carburante da Razzo o materiali vitali, necessari per la continua esistenza sulla superficie della Luna (se robotica o umano). Questa possibilità di sfruttamento ha già suscitato l’invidia di molte aziende americane ed europee, e rischia di avere ripercussioni sulla politica internazionale di gestione delle risorse spaziali.

Da un punto di vista più scientifico, il carbonio lunare potrebbe anche aiutare i ricercatori a rispondere a domande a lungo senza risposta, come l’origine dell’acqua e di altri volatili sulla Terra. Sistema Terra e Luna.

Ti interessa quello che hai appena letto?

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *