Piccoli individui nascosti nel seme umano

Nano raffigurato all’interno dello sperma umano. Xilografia della tesi
test diottricodi Nicholas Hartsweiker, diciassettesimo microscopio olandese
e secolo. Foto di Granger/Bridgeman

IN ATTICO DI SCIENZA (4/6) – Dopo l’invenzione del microscopio, i naturalisti credevano di aver visto individui in miniatura nello sperma. Altri affermano che è l’uovo che contiene tutte le generazioni future. Tuffati nel mondo dei piccoli animali.

Come nascono le malattie? Cosa c’è al centro della terra? Cos’è il fuoco? Nel corso della storia, l’uomo ha cercato di spiegarsi il mondo… e spesso ha sbagliato. Le Figaro Ti parla di alcuni tentativi ed errori che hanno fatto la scienza.

Poco dopo l’invenzione del microscopio, gli scienziati naturalisti europei si sono impossessati dello strumento per osservare gli esseri viventi e formulare teorie riproduttive che potrebbero far sorridere oggi. “Questo non significa che i nostri antenati fossero stupidi!”, avverte Matthew Cobb, biologo dell’Università di Manchester. Dovrebbero “Inserire queste scoperte nel contesto e nelle teorie dei tempi e non giudicare retroattivamente”Insiste Stéphane Tirard, professore di epistemologia all’Università di Nantes.

Nel 1677 l’osservazione degli spermatozoi, descritti come “sacche animali”, fu segnalata per la prima volta da Anthony van Leeuwenhoek, di una famiglia di tessuti olandesi. Ispirato da uno studente di medicina…

Questo articolo è riservato agli abbonati. Hai ancora l’80% da scoprire.

Respingere i limiti della scienza è anche libertà.

Continua a leggere il tuo articolo a € 0,99 per il primo mese

Sei già iscritto? registrazione

READ  Applicazione per combattere la paura dei ragni

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.