Perché ai panda giganti piace pulirsi con lo sterco di cavallo?

Nel 2007, gli scienziati cinesi hanno fatto un’osservazione sorprendente. Un panda gigante si arrampica su un mucchio di sterco di cavallo fresco e russa. Sembra contento, rotolandosi dentro e applicando meticolosamente la depressione equina a tutte le parti del suo corpo. Quindi questo strano comportamento è stato osservato quaranta volte in molti di questi animali che vivono allo stato brado.

Dodici anni dopo, il team crede di aver scoperto la causa di questo bagno puzzolente e ha recentemente pubblicato le sue scoperte sulla rivista Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze. Questo comportamento protegge il panda gigante dalla sensazione di freddo.

I ricercatori hanno prima notato la preferenza dei panda per il letame fresco. Questo contiene quindi molecole chiamate beta-cariofillina (BCP) e beta-cariofillina ossido (BCPO) che scompaiono con l’invecchiamento del letame. Per vedere se sono stati questi composti ad attrarli, gli scienziati ne hanno spalmato un po’ sul fieno depositato nell’habitat dei panda dello zoo. Preferivano questo fieno a quello non trattato.

Inoltre, l’inclusione di solito si verifica quando la temperatura scende sotto i 15 °C. Quindi gli scienziati hanno testato l’effetto di BCP e BCPO sui topi. Di conseguenza, i roditori le cui gambe sono state strofinate con queste sostanze erano meno sensibili al freddo rispetto a quelli che avevano ricevuto un placebo. Studi successivi hanno dimostrato che questi composti chimici inibiscono una proteina chiamata TRPM8, che è un recettore attivato dal freddo che si trova nelle cellule dei mammiferi, comprese quelle dei topi e dei panda giganti.

Questa ipotesi è interessante, secondo DrS Don Reed, uno zoologo per la conservazione della fauna selvatica della Wildlife Conservation Society of Canada, non pensa che i dati presentati nell’articolo possano confermarlo. “L’anello più debole per me è che non determiniamo come queste molecole chimiche entrano nel corpo del panda per causare questo effetto. È sufficiente rotolarci dentro? È possibile, ma non dimostrato. “

READ  1-Minute Trailer for the Perseverance Mars Landing Previews an amazing experience

Questo approccio è ancora ottimo. Secondo Marion Desmarchelier, professore del Dipartimento di Scienze Cliniche della Scuola di Medicina Veterinaria dell’Università di Montreal, questo “lavoro molecolare” per spiegare il comportamento animale è un’area del futuro. “È facile dimenticare che gli animali vivono nel regno olfattivo”, dice. Quando odorano, ricevono informazioni rilevanti per loro come ciò che percepiamo con i nostri occhi. Le nuove tecnologie sviluppate per scoprire questi composti chimici aprono un mondo completamente nuovo per i biologi.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *