Onde cerebrali dei nostri specifici stati di pensiero

Di base

  • Le firme elettriche si riferiscono specificamente a diversi stati di pensiero interiore per determinare se la nostra mente è concentrata o vagabonda.
  • Quando i pensieri vagano senza meta, c’è un picco nelle onde alfa nella corteccia prefrontale.
  • P300, o P3, le onde cerebrali sono osservate a frequenze più basse nel lobo parietale, che è un segno di disattenzione.

A seconda dei nostri pensieri, il nostro cervello si calibra in modo diverso. Un team di scienziati americani dell’Università di Berkeley in California ha identificato con successo onde cerebrali particolarmente compatibili con alcuni dei nostri stati di pensiero. I risultati sono stati presentati il ​​26 gennaio sulla rivista Atti della National Academy of Sciences (PNAS), descrive le firme elettrofisiologiche specificamente associate a diversi stati di pensiero interiore, rendendo possibile determinare se le nostre menti sono concentrate o vaganti.

Quattro distinti stati intellettuali

Le aree grigie rimangono sui meccanismi cerebrali coinvolti nei nostri flussi di pensiero. Per fare un po ‘di luce, i ricercatori hanno condotto il loro studio su 39 partecipanti in cui hanno imparato a distinguere tra 4 diversi stati di pensiero: legati a un compito (‘ ‘Rilevante per l’attività“), Vagare (“Muoversi liberamente“), Intenzionalmente limitato (“Intenzionalmente limitato“) E automaticamente limitato (“Limitato automaticamenteIl concetto di vincolo qui utilizzato si riferisce al fatto che l’attenzione è focalizzata su qualcosa per un lungo periodo di tempo. Quando un pensiero è automaticamente limitato, significa che è diretto verso informazioni personali e quando il pensiero è intenzionalmente limitato, il pensiero è diretto verso un obiettivo.

Ai volontari è stato quindi chiesto di completare un’attività, quindi è stato chiesto di valutare su una scala da 1 a 7 in che misura le loro idee durante la sequenza allineate con ciascuna categoria studiata in precedenza: correlate al compito, liberamente in roaming, intenzionalmente limitate o automaticamente limitate . Indicavano le frecce di direzione che appaiono sul punto dello schermo. Durante l’esercizio, i ricercatori hanno registrato la loro attività cerebrale utilizzando l’elettroencefalografia (EEG) ei loro risultati sono stati confrontati con quelli riportati dai partecipanti.

READ  L'Irlanda ha invaso ... pappagalli? | Scienza | Notizie | il Sole

La regione attivata descrive lo stato di pensiero

I risultati hanno mostrato che le onde cerebrali differiscono per diversi stati di pensiero. Mentre i pensieri dei partecipanti vagavano senza meta, i ricercatori hanno osservato un forte aumento delle onde alfa nella corteccia prefrontale. Queste onde sono una caratteristica dello stato di pensiero calmo o creativo e oscillano a frequenze comprese tra 8,5 e 12 Hz. Inoltre, P300, o P3, sono state osservate onde cerebrali a basse frequenze nel lobo parietale, un segno di disattenzione. Quando i partecipanti sono stati trovati più concentrati sul loro compito, le onde P3 sono state osservate nel lobo frontale, piuttosto che le onde alfa.




You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *