Omicron variabile | La situazione si sta deteriorando nei CHSLD

Ai CHSLD non è stata risparmiata l’ondata di Omicron che ha colpito il Quebec, mentre la situazione ha continuato a deteriorarsi.


Pierre Sant’Arnaud
Stampa canadese

In tre giorni, tra il 6 e il 9 gennaio, il numero di decessi nei CHSLD attribuiti all’ondata attuale è passato da 61 a 80.

Nel frattempo, ora ci sono 30 CHSLD nella zona rossa, almeno il 25% della loro popolazione ha il virus, cinque in tre giorni e 32 ora nella zona arancione. , 10 oltre il 6 gennaio. . L’area arancione identifica le istituzioni con casi attivi tra il 15% e il 24% della popolazione totale.

La variante Omicron è stata invitata anche ad altri 213 CHSLD che avevano casi attivi, ma avevano un tasso di incidenza inferiore al 15%.

Tasso di infezione 133%

Tra quelle in rosso, la Transitional Functional Recovery Unit (UTRF) del CHSLD Georges-Hébert a Saguenay è del 133%, può ospitare tutte le 12 persone colpite e ha una capacità di nove posti letto. UTRF fornisce servizi di riabilitazione agli anziani che sono stati ricoverati in ospedale e hanno bisogno di recuperare le forze per tornare a casa. L’unità 2 di CHSLD di George Hebert ha un tasso di infezione del 47%.

I tassi di infezione sono allarmanti in molte di queste istituzioni. L’UTRF del Centro Multifunzionale Lanaudière (Unità 34) mostra un tasso del 94% con 16 pazienti su 17. Sempre a Lanaudière, il CHSLD des Moulins di Terrebonne mostra un tasso del 61% in 1è essere piano e 58% su 3e pavimento.

L’elenco del ministero mostra altre due istituzioni con tassi di infezione superiori al 50%, CHSLD Soulanges, a Montérégie, e CHSLD Résidence Au coeur de la vie, a Saint-Jérôme, a Laurentians, che hanno un tasso del 53%.

READ  Aurelie Jean - L'algoritmologia non è manicheista

Riprendi le rimesse

Il Quebec ha recentemente inasprito le regole di ammissione per i CHSLD, limitando le visite a un caregiver al giorno.

Tuttavia, alcuni ospedali hanno ricominciato a trasferire i pazienti ai CHSLD, una pratica fortemente denunciata domenica dal Party Quebecoa, osservando che tali trasferimenti hanno ampiamente contribuito alla carneficina durante la prima ondata.

Tuttavia, i pazienti trasferiti vengono sottoposti a test di reazione a catena della polimerasi (PCR) prima del loro trasferimento, al fine di evitare che diventino portatori di infezione nei CHSLD. Il Quebec ricorda anche che i residenti dei CHSLD ora vengono vaccinati tre volte.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *