Olimpiadi: Andre de Grasse spinge il Canada a vincere il bronzo nella 4 x 100 metri

Andre de Grasse ha vinto la sua terza medaglia alle Olimpiadi di Tokyo mentre la staffetta canadese ha conquistato il bronzo nella gara 4x100m venerdì.

L’Italia ha ottenuto l’oro prima della Gran Bretagna. Combinando i suoi sforzi con quelli di Aaron Brown, Jerome Blake e Brendon Rodney, il sorprendente De Grasse ha concluso il compito di finire terzo con un tempo di 37,70 secondi, sei centesimi dal record canadese.

La squadra canadese sperava di fare meglio perché gli americani erano assenti da questa finale.

“Avevamo fame di altro, ma non possiamo fare a meno di essere grati per la medaglia di bronzo”, ha commentato De Grasse a fine gara.

Tuttavia, i rappresentanti delle foglie d’acero hanno avuto alcuni problemi con alcune consegne, che li hanno leggermente ritardati.

“Abbiamo avuto dei problemi con il nostro mestiere”, ha ammesso Rodney. So di aver rallentato mentre lavoravo con Jerome. Aaron e Jerome hanno detto che anche loro hanno avuto qualche difficoltà con il loro problema. Non puoi soffermarti su discorsi negativi, perché è un momento positivo. Partiremo con una medaglia”.

La squadra italiana, che ha terminato l’evento in 37,50 secondi, era composta da Lorenzo Batta, Marcel Jacobs, Iusa DeSallo e Filippo Torto. Con questo risultato Jacobs è anche uno dei grandi campioni dei Giochi di Tokyo, vincendo per la prima volta l’oro nei 100 metri.

Campione olimpico nei 200 metri, de Grasse ha portato a casa anche una medaglia di bronzo individuale nei 100 metri. Il 26enne ora ha sei medaglie olimpiche in carriera e ne ha vinte anche tre a Rio nel 2016. Si unisce al nuotatore Benny Oleksiak come unico giocatore canadese a vincere tre o più medaglie al torneo. Due edizioni consecutive dei Giochi Olimpici.

READ  Il giovane Carlos Alcaraz ha un appuntamento con Rafael Nadal a Madrid

“È incredibile, la mia sesta medaglia. Sono molto felice”, ha detto de Grasse. Tre su tre a Rio e tre su tre qui. [Tokyo]. Continuerò a migliorare ogni giorno e non vedo l’ora che arrivi Parigi [qui accueillera les Jeux olympiques de 2024] Tra qualche anno cercherò di ripetere le mie gesta”.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *