Nutri-Score: perché l’Italia è contro il dispositivo

Nutri-Score: perché l’Italia è contro il dispositivo

l’essenziale
Mentre il metodo di calcolo del Nutri-Score si evolverà dalla fine del 2023, alcuni paesi dell’Unione Europea rimangono riluttanti ad implementarlo. Questo è particolarmente il caso dell’Italia, che denuncia la messa in pericolo della sua gastronomia locale.

Finiti contro Nutri-Score, governo e produttori italiani si rifiutano categoricamente di applicare ai propri prodotti gourmet il logo che va dal verde al rosso con le lettere dalla A alla E.

Secondo il premier Georgia Meloni, infatti, il sistema francese sarebbe “discriminatorio e penalizzante” per il sistema agroalimentare italiano. Secondo lei, il colosso Ferrero sarebbe colpito duramente dalle conseguenze del Nutri-Score.

In senso lato, per il governo ei produttori, sarebbe addirittura tutta la gastronomia italiana – olio, formaggi, pasta, mozzarella, prosciutto, vino – a risentirne.

Le preoccupazioni dell’UE

Ma mentre l’Unione Europea spera di poter trovare un metodo unico comune a tutti i Paesi membri, l’Italia ha avanzato un’altra proposta: la Batteria Nutrinform, che valuterebbe l’impatto delle porzioni potenzialmente consumate e non la composizione del prodotto in quanto il Nutri-Score lo fa.

L’adozione di un’etichettatura armonizzata è stata finalmente rinviata a tempo indeterminato nel 2023, cosa che l’Associazione europea di sanità pubblica considera preoccupante perché l’attuazione di un sistema di etichettatura è “urgente” perché “più della metà degli adulti nell’UE è in sovrappeso o obesa, il che porta a un aumento delle malattie croniche come tumori, malattie cardiovascolari, diabete di tipo 2, ipertensione e malattie coronariche.’associazione.

Per il momento, quindi, solo Germania, Belgio, Spagna, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Svizzera si allineeranno al nuovo metodo di calcolo del Nutri-Score.

READ  Giro d'Italia U23 – Romain Grégoire: "Non è una grande giornata per noi"

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *