Nuovo format di gara, prima per Hugo Gaston e Carlos Alcaraz da capitano… Cinque cose da sapere sull’edizione 2021

Evidenzia la generazione d’oro del mondo del tennis. Il Tornano le Next Generation ATP Finals A Milano da martedì 9 a sabato 13 novembre, pochi giorni dopo il Masters 1000 di Parigi Bercy e poco prima del Master di Torino. Dopo aver annullato l’edizione 2020 per un contesto sanitario, il campionato torna nel 2021 con la premiere di Hugo Gaston, il bundle di Jannik Sinner… Ecco cinque cose da sapere sull’edizione 2021.

Finali ATP di nuova generazione, Campionato Best Hopes

Lanciata nel 2017, questa competizione premia gli otto migliori giocatori dell’anno di età inferiore ai 22 anni. Ho giocato A fine stagione su terreno solido e al coperto. Se la finale ATP di nuova generazione è una competizione alla modalità Professionale, lei non attribuito Ma non c’è un punto ATP. Le vittorie in questa competizione non fanno guadagnare punti ai giocatori ATP.

I pacchetti Sinner, Auger-Aliassime, Alcaraz, Korda, Musetti e Nakashima sono tra le attrazioni

Il concorrente e semifinalista ai Campionati di Vienna di ottobre, Jannik Sinner, non sarà presente a questa quarta edizione. Il numero 10 del mondo, il miglior giocatore di questa generazione, si è ritirato, così come Felix Auger-Aliassime (11) e Jenson Broxby (56). Nonostante queste assenze, al Milan sono attese brave persone come lo spagnolo Carlos Alcaraz (32esimo al mondo, sconfitto da Gaston a Percy), Sebastian Korda (39esimo nell’ATP), l’italiano Lorenzo Mossetti (58esimo nel mondo) e l’ottavo posto nel mondo). Finalista. al Roland Garros quest’anno) Speranza americana Brandon Nakashima (63e).

Hugo Gaston è il secondo francese a partecipare al torneo

Jannik Sinner, la sua carriera potrebbe ispirare Hugo Gaston. Perché nel 2019, Transalpin è stata invitata a questo torneo prima di vincerlo. E quest’anno, grazie al suo posto nei quarti di finale a Bercy, il francese ha ricevuto l’invito, che di solito viene dato a un italiano dopo l’evento di Milano. Un altro Ugo, Humbert, succede al primo tricolore a partecipare a questa competizione nel 2019. È stato sconfitto in due delle sue tre partite di girone.

Ugo Humbert e Hugo Gaston, destini contrastanti visto che il 21enne Tolosa, che martedì dalle 19:30 sfiderà lo statunitense Sebastien Korda, prevede la convocazione dei francesi per la Coppa Davis in Austria (25-27 novembre) . Per sostituire il tuo Ugo Humbert, imballalo a fine stagione.

La prossima generazione, un punto di partenza per le stelle di domani

Fin dalla sua istituzione nel 2017, gli ex partecipanti al Masters Next Gen hanno brillato sulla scena mondiale, passando da giovani promettenti a giocatori affermati, specialmente nei Grand Slam. Daniil Medvedev, semifinalista dell’evento nel 2017, illustra perfettamente questo esempio (attualmente secondo nella classifica ATP e soprattutto vincitore degli US Open 2021), così come Stefanos Tsitsipas, vincitore della Next Generation nel 2018 e finalista al Roland . Garros la scorsa estate (4° giocatore nella classifica ATP). Alexander Zverev, ora terzo al mondo, si è ritirato dalla generazione successiva in due anni (2017, 2018) quando era il numero 1 in quella generazione. Un futuro simile a Hugo Gaston e Janek Sener?

Le regole sono state espresse in combinazioni in 4 partite vincenti, senza assistente assistente…

Masters Next Gen ha la particolarità dell’innovazione in termini di regole del gioco, per provare esperimenti. Tra questi, i gironi si contendono quattro partite vincenti con un pareggio 3-3 e un punto decisivo sul 40-40. La trasmissione non deve essere ripetuta, gli arbitri vengono sostituiti dalla tecnologia hawk-eye e il riscaldamento si riduce a cinque minuti. Tuttavia, i giocatori, a cui è consentito un solo intervento medico per partita, possono essere allenati dal proprio allenatore in momenti specifici durante la partita.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *