Nuoto: campionessa europea nei 50 dorso, Annalia Bigri ne ha fatta di strada

>> Nuoto: Trader in Heaven, i Blues vedono il triplo
>> Il francese Leon Marchand vola come una farfalla




Analia Bigeri ha festeggiato la sua vittoria nella finale degli Europei di calcio dei 50 metri a mezzogiorno del 14 agosto a Roma.

Foto: AFP/VNA/CVN

Con un tempo di 27 secondi e 27 ha battuto l’italiana Silvia Scalia (27.53) e l’olandese Mikey De Ward (27.54).

“Era così veloce, è andata davvero veloce. Ho visto un po’ il mio avversario accanto a lei e mi sono detto ‘Non dovrei lasciarlo’. Ho battuto il record francese, sono davvero molto felice, è è stata una grande gara”La reazione del vincitore della medaglia d’oro.

“In allenamento mi sentivo bene, ero così in alto nell’acqua e tutto andava bene. Mi sono detto perché no, ed eccolo qui. Primo Campionato Europeo, primo titolo”.

Analia Bejri ha fatto molta strada. Si è infortunata alla spalla all’inizio dell’anno e ha trascorso diverse settimane fuori dal molo per riprendersi. “Nulla è garantito, ovviamente. In caso di infortunio puoi perdere tutto completamente, anche la mindfulness può essere +down + direct. Mi ha permesso di avere una buona mente e ritrovare una tale forma fisica”Io spiegai.

“Impariamo molto dai nostri fallimenti”




Analia Bigeri ha coronato i 50 dorso ai Campionati Europei di nuoto di Roma lo scorso 14 agosto.

Foto: AFP/VNA/CVN

Ai suoi primi campionati del mondo a Budapest a giugno, la Guyana ha vinto la medaglia di bronzo sulla stessa distanza e ha ritenuto che questa medaglia rappresentasse L’inizio della sua carriera.

Con questo titolo europeo, continua nel modo più bello dopo sei settimane. A Roma il suo programma prosegue lunedì con la serie dei 100 dorso.

“Siamo a fine stagione e siamo stanchi, ma sui 100 posso fare meglio di quanto non facessi a Budapest”Pigrée stimato. Nella capitale ungherese è stata eliminata in semifinale. “È una bella esperienza fallire nei 100 metri a Budapest. Impari molto dai tuoi fallimenti, per me comunque.”

Alla fine della quarta giornata di gare, la Francia ha vinto sei medaglie, di cui due titoli.

Charlotte Bonet, medaglia d’argento nei 100 metri di venerdì, è stata meno felice domenica sera e ha potuto finire solo settima nei 200 stile libero, la sua gara preferita.

“Ho sofferto molto durante tutta la gara, non sapendo proprio cosa dire, ovviamente un po’ frustrato. Ho faticato molto, con l’impressione di non aver trovato né nuoto, né riposo. È stato molto difficile”.lei rispose.

Staffetta blu non idonea




Analia Bijri è volata verso la sua vittoria nei 50 dorso ai Campionati Europei di Roma il 14 agosto.

Foto: AFP/VNA/CVN

“Mi restano solo tre giorni di gara quindi devo recuperare. Abbiamo gare competitive quindi perché non andiamo a prendere delle belle cose”Voleva essere positiva.

La gara olandese è stata vinta da Marit Steenbergen, che ha completato il doppio dei 100-200 metri dopo aver vinto la Queen’s Race venerdì.

“Non posso credere di aver fatto del mio meglio (1 minuto 56 secondi 36 secondi)”, Ho sorriso. “È una gara incredibile, pazzesca, super veloce con un’ottima qualità di nuoto. Migliore personale e medaglia d’oro, cosa si può chiedere di più?”

Nelle altre gare, Christoph Milak ha vinto la finale dei 100 farfalla ma si è detto scontento del tempo di 50 secondi e 33. “Volevo vincere ma con un tempo migliore volevo comunque nuotare sotto i 50 secondi, cosa che non sono riuscito a fare oggi (domenica 14 agosto)”ha detto il 22enne ungherese.

A fine serata, l’Italia ha aggiunto un ottavo titolo al proprio girone vincendo la 4×100 stile libero nella piscina scoperta di Roma, dove i Blues sono stati squalificati per troppi rischi nella staffetta.

READ  Un motore per la sopravvivenza », Netflix ha incontrato la F1 in pole

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.