“Non ho aggredito nessuno”: dopo l’accusa di Der Zakarian, Thierry Henry calma gli animi

“Non ho aggredito nessuno”: dopo l’accusa di Der Zakarian, Thierry Henry calma gli animi

Saggiamente, Thierry Henry ha deciso di ritardare il ping-pong verbale da lontano che aveva opposto all’allenatore del Montpellier Michel Der Zakarian e ha minacciato di intensificarsi. “So che ad alcuni giornalisti piace parlare a nome di certe persone, ma se sei in conferenza stampa (la conferenza in cui l’allenatore dell’Espoir ha parlato del basso numero di gol nel campionato francese, che ha infiammato gli animi) a livello della Premier League francese”, ha detto Henry dopo la sconfitta del duro colpo che la sua squadra ha subito contro la Corea del Sud per 3-0 allo stadio Ossian di Le Havre lunedì sera: “Non ho attaccato nessuno”.

Pochi giorni fa, Henry, che ha segnato più di 350 gol per il club e 51 gol per se stesso, aveva condannato l’attuale basso rendimento dei club della Ligue 1: “Il Nizza è al secondo posto dopo aver segnato 13 gol…”, ha dichiarato. sottolineato in privato. Spero che questi siano gli unici due fine settimana in cui ho segnato 13 e 12 gol (rispetto alle giornate 11 e 12 del campionato francese), ha dichiarato ancora una volta, confrontando il Chelsea con il Manchester City (4-4) e il Rennes-Ole ( 0-1). e Lens-OM (1-0) hanno giocato lo stesso giorno. Ha concluso il suo discorso con un po’ di sarcasmo, dicendo: “Non dovresti guardare la partita Chelsea-Manchester City”.

Lunedì dentro Midi gratuitoDer Zakarian ha inviato una dura risposta all’allenatore dell’Espoors: “Non sono d’accordo con Thierry Henry. Dove ti sei allenato? Cosa ha fatto a Monaco? Sono passati tre mesi ed è stato chiarito. L’uomo lavora per la Federcalcio francese e critica il calcio francese. “È una sciocchezza”, ha detto MDZ.

READ  Campionato Italiano: Il Napoli non recluterà più giocatori africani, a meno che non rinunci alla Coppa d'Africa

E ha anche aggiunto: “È facile screditare il torneo quando sei allenatore della France Espoirs. Ha vinto due volte 4-0, ma contro chi? Non ha colpito nessuno. Che vinca 5-0 contro la Spagna o l’Italia e dirò bravo…” Forse le sconfitte consecutive contro Austria (2-0) e Corea del Sud lo hanno indebolito, e l’ex attaccante non ha reagito così. Tutt’altro. , o sembrava addirittura che avesse intenzione di farlo.

Ma sa che troverà sempre la risposta a Herault.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *