Niels svela l’album Blue Echoes

Da dove nasce la tua passione per la musica e cosa significa per te?
Non sono cresciuto particolarmente in una famiglia di amanti della musica, devo ammetterlo, ma la musica c’era ancora. C’era una roccia e un’anima in casa a volte.
Verso gli otto anni la musica divenne davvero il mio rifugio, un luogo, un momento di fuga durante il quale mi sentivo al sicuro e felice, anche se non lo capivo.Non tutti i meccanismi di quel tempo.

Puoi darci il tuo album Echi blu ?
echi blu È un album su cui ho lavorato per quasi 4 anni, principalmente con i Lamberjack. È la prima volta che mi prendo il tempo di creare un album, ci metto dentro al 100% e non mi sono privato di nulla. All’inizio è stato molto difficile per me trovare la direzione in cui volevo andare perché stavo attraversando dei momenti difficili nella mia vita in generale. Ammetto che una volta avevo anche pensato di non comporre musica, ma fortunatamente non è durata! echi blu È l’idea di allontanarsi dalla tristezza come un’eco per avvicinarsi all’idea di felicità.

Come componi e quali sono le tue ispirazioni?
È enorme, e non mi limito, anche se a un certo punto, quando crei un album, devi anche saper essere metodico in un certo modo. Per questo diciamo che volevo sostanzialmente il caldo, l’estate, con un aspetto urbano ed elettronico allo stesso tempo.
In generale, ascolto molti artisti anglosassoni e artisti latini. Quanto all’aspetto compositivo, dipende; A volte inizio a scrivere e poi ci metto la melodia, oa volte è il contrario: dalla musica metto le parole, la melodia vocale, e poi con il produttore del titolo, revisioniamo queste melodie fino ad ottenere la versione finale di una canzone. Questo processo a volte richiede molto tempo!

READ  Justice League: Zack Snyder critica le trasmissioni internazionali

Cosa rappresenta per te il colore blu?
“Blue” significa “blu” (il mio colore preferito) e triste in entrambi gli inglesi. Ho trovato interessante questa dualità. Ho anche trovato opportuno confrontarlo con il rosso della copertina, che qui simboleggia l’indulgenza dell’amore che ho voluto esprimere in questo album.

Quali sono le tue scelte per gli strumenti utilizzati in questo album?
Volevo un sacco di sovrapposizioni sonore che alla fine avrebbero creato un’atmosfera acquosa, fresca, eccitante, estiva e urbana.

Come sono andate le registrazioni in studio?
Ho registrato l’intero album in Italia, al Lunchbox Studio, dove da allora ho registrato quasi tutte le mie registrazioni notte fuori. Per la prima volta, ho preso il mio tempo; Abbiamo registrato più di due anni, l’estate. Avevo bisogno di quel caldo estivo e volevo immergermi e trascrivere l’essenza di questo album il più forte possibile. Abbiamo registrato molte canzoni, circa 30 canzoni! Probabilmente ne useremo di più in futuro…

In passato ho già collaborato con molti artisti. Cosa ti piace di questi scambi?
Trovo sempre molto eccitante incontrare altri artisti, anche quando non sono necessariamente della stessa famiglia musicale, il che ci porta fuori dalla nostra zona di comfort. Non molti lo sanno ma nel corso della mia carriera ho fatto diversi duetti (tra cui uno con un famoso australiano!) che purtroppo non sono mai usciti a causa di accordi a volte tra etichette discografiche…

Cosa vuoi portare al pubblico con questo album?
Amore, conforto, momento divertente, semplicemente divertimento. È molto importante in questi tempi che stiamo attraversando ed è un po’ difficile.

READ  Villeneuve-sur-Lot. Teatro Georges-Leygues, vestigia della cultura Villeneuve

Raccontaci l’indirizzo un’altra persona e taglia…
La clip è stata diretta da Jodel St Marc, ed è stata girata lo scorso aprile a Parigi in un enorme parcheggio sotterraneo, è stata intensa! Volevamo davvero un’atmosfera urbana “moderna” e accogliente, da qui la scelta di questo posto per la clip.

Quale posto occupa secondo te l’universo visibile nella musica?
Per me non meno importante del suono. È parte integrante del lavoro, qualunque esso sia. Trovo davvero sfortunato quando a volte scopro grandi album la cui copertina o il cui mondo visivo non sono eleganti. Penso che questo rovini un po’ l’esperienza. Ma capisco che non tutti hanno questa opinione. Sono molto fortunato ad aver potuto lavorare con il talentuoso Marco Contini, famoso art director e graphic designer italiano, che realizza le mie copertine sin dall’inizio della mia carriera.

Indiscrezione o aneddoto dacci sull’album Echi blu ?
Abbiamo fatto molte canzoni durante la produzione di questa registrazione, ci sono anche versioni straniere delle canzoni attualmente sull’album. Chissà, forse un giorno lo useremo!

Sei entusiasta di tornare sul palco e ci sono concerti in programma?
Lo aspetto con ansia dal 2018, data del mio ultimo concerto, e ancor di più negli ultimi mesi, dopo questa pandemia che ci ha colpiti tutti a diversi livelli. Dobbiamo incontrarci e partecipare, e spero di poterlo fare nel 2022!

Cosa vuoi dire in conclusione?
Spero che i lettori di Divertir siano felici di sapere dell’album, e posso dirvi che non vedo l’ora di vedervi sul palco!

Grazie a Nyls per averci concesso la nostra intervista!

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *