Morte del DJ italiano Claudio Coccoluto all’età di 59 anni

Figura dell’elettronica in Italia, Claudio Coccoluto è morto martedì nel sud del suo paese d’origine a seguito di una grave malattia.

Il DJ italiano Claudio Coccoluto, noto nel panorama della musica elettronica internazionale, è morto martedì a Cassino (sud) a seguito di una grave malattia. Aveva 59 anni.

Il ministro della Cultura italiano Dario Franceschni ha reso omaggio a questo “protagonista della scena creativa italiana e internazionale che con le sue note e la sua musica d’avanguardia ha fatto ballare intere generazioni di giovani”. La sindaca di Roma Virginia Raggi ha elogiato “una grande artista che da più di 40 anni ha segnato la storia della musica da ballo in Italia, in Europa e nel mondo”.

Passione giovanile

A 13 anni Claudio Coccoluto aveva iniziato a fare il DJ nel negozio di elettrodomestici del padre a Gaeta, una cittadina di mare a metà strada tra Roma e Napoli. Coccoluto è stato il primo dj europeo a mixare al Sound Factory Bar di New York la sua variante di musica elettronica, che lui stesso chiamava “underground”.

Nel suo popolare spettacolo COCCO alla radio italiana Radio Deejay, ha mixato dal vivo mentre parlava ai suoi ascoltatori. Negli anni ’90, le tracce dei nightclub risuonavano al suono dei suoi più grandi successi: Fallo senza pensare, Afromarslight, Mind Melody 3.0

L’uscita del suo ultimo album, una raccolta di 14 canzoni dal titolo Imusicselection5 – Cuore in vinile, risalente al giugno 2008.

READ  tre gol e terzo posto. Fonseca impegna la Juve

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *