Milan: Ibrahimovic ufficialmente tornato

Milan: Ibrahimovic ufficialmente tornato

Clément Pédron, Media365, pubblicato lunedì 11 dicembre 2023 alle 16:02

Ritiratosi dal campo lo scorso giugno all’età di 41 anni, Zlatan Ibrahimovic è (già) tornato al Milan. Il colosso svedese svolgerà un ruolo consultivo per gli azionisti e il management del club.

Lo avevamo lasciato con gli occhi pieni di lacrime lo scorso giugno, in occasione della vittoria dell’AC Millan sull’Hellas Verona (3-1), proprio nel momento in cui, ostacolato da ripetuti problemi fisici, lo svedese annunciava il ritiro. Quando ha salutato un’ultima volta i tifosi, il centravanti non si è arreso molto quando ha parlato del suo post-carriera. “Godiamoci il futuro, inizia un nuovo capitolo”, ha detto semplicemente Ibrahimovic nella tana di San Siro. Quindi non è stato un addio ma un arrivederci. Questo lunedì, 11 dicembre, il Milan ha infatti annunciato la nomina dell’ex giocatore del Paris Saint-Germain nell’organigramma del club.

Nel comunicato pubblicato sui social, il campione italiano 2021-2022 ha rivelato che il suo ormai ex giocatore sarebbe in procinto di assumere l’incarico a pieno titolo. “ RedBird Capital Partners annuncia oggi la nomina di Zlatan Ibrahimovic come partner operativo per il suo portafoglio di investimenti in sport, media e intrattenimento, si legge in questo post. In questa veste ricoprirà anche il ruolo di senior advisor della proprietà e del management dell’AC Milan. »

Prima missione da pensionato

Ritiratosi dal campo la scorsa stagione, l’uomo che ha segnato 93 gol e 35 assist in 163 partite con la maglia del Milan (tutte le competizioni) torna dunque in Italia, per la sua prima esperienza da pensionato. Famoso per il suo rigore, la sua esemplarità e la sua leadership, Zlatan Ibrahimovic probabilmente non sarà troppo nell’organigramma per supportare una formazione milanese in continuo cambiamento in questo momento. Sconfitta sabato in Serie A contro l’Atalanta (3-2), la squadra di Stefano Pioli dovrà cercare il risultato anche in Champions League (contro il Newcastle) dove è ultima nel girone.

READ  Mané contro il Barça, Salah contro Osimhen, Koulibaly di nuovo in Italia... Il sorteggio completo per la fase a gironi

A sentire lo svedese, la sua “seconda vita”, come piace dire a qualcuno, non sarebbe potuta esistere senza il Milan. “Il mio amore per i rossoneri non svanirà mai e l’opportunità di far parte del loro futuro in modo significativo è qualcosa che potevo solo sognare. Sono grato a Gerry Cardinale (Presidente di RedBird) per avermi dato questa opportunità. Questa non è una decisione che prendo alla leggera. Ho pensato a lungo e intensamente ai primi passi dopo il calcio e non potrei essere più entusiasta di iniziare questo viaggio come membro di RedBird e del Milan. Per me e la mia famiglia è davvero un ritorno a casa. »

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *