Microsoft si impegna a portare Call of Duty sulle console Nintendo

(Tokyo) famosa serie di videogiochi Call of Duty Un funzionario dell’azienda americana ha annunciato, mercoledì, che la società diventerà disponibile sui dispositivi Nintendo nel caso in cui l’acquisizione da parte di Microsoft dell’editore del gioco abbia successo.


Microsoft, che commercializza la piattaforma Xbox, ha annunciato a gennaio l’acquisizione del publisher americano Activision Blizzard per la cifra record di 69 miliardi di dollari, ma questo progetto è nel mirino delle autorità garanti della concorrenza negli Stati Uniti e in Europa.

I regolatori temono che l’acquisizione possa consentire a Microsoft di bloccare l’accesso ai giochi Activision Blizzard, che include anche quelli altamente redditizi. Mondo di Warcraft E il Candy Crush – sulle piattaforme dei suoi concorrenti.

“Microsoft vuole portare più giochi a più persone, indipendentemente da come scelgano di giocare”, ha dichiarato Phil Spencer, capo della divisione giochi del colosso statunitense, su Twitter.

Microsoft si impegna a fornire Call of Duty a Nintendo per dieci anni dopo la fusione di Microsoft e Activision Blizzard King”, osservando che i nuovi giochi Call of Duty Continuerà inoltre ad essere offerto sulla piattaforma di gioco per PC Steam.

Ciò è avvenuto in risposta ad Agence France-Presse Serkan Toto, di Kantan Games a Tokyo, secondo cui questo annuncio “è un’ovvia trovata pubblicitaria a causa del suo tempismo”.

La US Competition Commission (FTC) dovrebbe già prendere in considerazione l’acquisizione di Activision Blizzard giovedì, secondo diversi media. La Commissione europea ha avviato un’indagine sull’accordo all’inizio di novembre e la polizia della concorrenza del Regno Unito ha annunciato a settembre un’indagine approfondita.

Mr. Tutu ha aggiunto che la console Nintendo Switch, che ha già venduto più di 110 milioni di copie dal suo lancio nel marzo 2017, “non è nuova”. Se Activision voleva davvero offrire Call of Duty Sulla piattaforma Nintendo, avrebbero potuto farlo tre o quattro anni fa”.

READ  C by GE gets a new name and goes beyond the smart lights

Phil Spencer ha dichiarato mercoledì a Bloomberg che un accordo simile a quello con Nintendo è stato offerto a Sony, il produttore di PlayStation che si è opposto categoricamente all’accordo Microsoft-Activision sin dall’inizio. Il gruppo giapponese avrebbe rifiutato l’offerta, secondo Mr. Spencer.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.