Michel Borlett, ex procuratore Dutros: ‘Non sono mai stato un cospiratore’


Un cavaliere bianco per alcuni, seguendo le teorie della rete per altri, l’ex procuratore generale Michele Borlett si ribellò…

Michael Burlett è il procuratore generale più famoso della storia giudiziaria. Mentre lavorava a Neufchâteau, l’uomo si è ritrovato sotto i riflettori nel 1996 con il caso Dutroux. Ha giocato un ruolo chiave nei suoi risultati.

Michel Borlett è anche l’assassino di Andre Coles, Fourniret e Lubna Benaissa…

L’ex “Cavaliere Bianco”, in pensione da 12 anni, vive nella sua casa a Nulevo (Balisol). Ha dedicato la sua nuova vita alla sua famiglia, viaggi, giardinaggio, teatro, canto, poesia e musica. Michelle Borlett è ora altrove…

Ma non appena si immerge nei suoi vecchi file, la guardia si sveglia, le date e i nomi vengono fatti scorrere ordinatamente, i pugni colpiscono il tavolo e vengono lanciate frecce ben appuntite…

Non sogno di lavorare. Quando faccio giardinaggio o quando viaggio, non penso per un secondo a Fourniret, Dutroux, Nihoul, Cools, Taxquet, Di Mauro oa chiunque altro. Ma quando vivo, mi sveglio. Mi piace la storia. Ricordalo, passalo. E quando vedo questo lavoro, prendiamo solo cliché, e mi dà fastidio. Una rete, non una rete. Un complotto, non un complotto. Si arriva spesso a questo.

Durante l’affare Dutroux, quando ti è stato chiesto se avresti finito, c’è stata la tua famosa frase in TV “se me lo permettiamo”. Poi sei stato accusato di cospirazione, nello specifico…

(…)

READ  La parte inferiore del mestolo storto

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *