“Mi rifiuto di cedere alla disperazione”

Martedì l’inizio della finale del 2021 è stato difficile. 2 set hanno portato a 0, e il greco ha finito per evadere da una trappola tesa dall’italiano Musetti.

Devo lavorare sodo nella vita. Le cose non sono facili. Questo è quello che mi succede. Mi rifiuto di cedere alla disperazione. Non pensiamo che quando due gruppi sono caduti nel nulla, combattiamo punto per punto e speriamo che i nostri sforzi vengano ripagati. Quando sei in questa posizione, è come una montagna e sei stato in grado di scalarla e riprendere slancio, lentamente ma inesorabilmente. Stefanos Tsitsipas ha riassunto dopo essersi messo nei guai nella notte parigina.

Finalista dell’ultima edizione (Grecia in vantaggio 2 set 0 contro Novak Djokovic), Stefanos Tsitsipas (testa di serie n. 4) è nella rosa dei candidati al Roland Garros. In testa alla classifica con Djokovic, Nadal e Alcaraz concentrati, il suo percorso sembra più chiaro. Vincitore di Montecarlo per il secondo anno consecutivo, in semifinale a Madrid e in finale a Roma, il greco sulla strada del Roland Garros ha confermato le sue potenzialità sulla terra battuta.

Il sorteggio gli ha presentato una grande sfida per entrare con l’italiano Lorenzo Mossetti (66 .).E mondiale), il giocatore che ha tormentato Novak Djokovic nel 2021 agli ottavi, ha superato due set a 0 prima di arrendersi fisicamente e si è dovuto ritirare sul 4-0 sul 5E si sedette.

Tsitsipas, a fine partita, ha condotto 4-1, poi 5-4, prima di rompersi e vedere punti, partite (7 di fila) e combo. In vantaggio di 2 set a 0, il greco è riuscito a non far traboccare la sua frustrazione e ha pazientemente trovato le soluzioni per riprendere le redini, riuscendo a ritrovare l’equilibrio e darsi un po’ d’aria dopo essere andato in apnea contro un forte avversario. “ Lui ha molto talento. Ha un ottimo rovescio a una mano. Conosce il gioco sulla terra battuta con cui è cresciuto. È un forte avversario, indipendentemente dalle circostanze ‘, ha affermato Tsitsipas, prima di riversarsi nella fossa della croce durante un set e mezzo: Non so esattamente perché, ma non c’ero, non ero in gioco, ero da qualche altra parte! Ero frustrato con me stesso. Nella partita di apertura dei maggiori tornei non è normale sentirsi così. Penso di essere stato troppo concentrato sul futuro, pensando troppo ad altre cose invece di essere presente e nel momento. Ma l’istinto combattivo ha preso piede. Il mio istinto è venuto fuori nel terzo set e sono riuscito a uscirne. »

READ  L'arbitro OM-Feyenoord ha fallito nei club francesi in questa stagione

E la prima sessione serale, lunedì, si è conclusa con la determinazione sfrenata di Novak Djokovic, in un match a distanza con Rafael Nadal, di imprimere la stessa forza, e la stessa voglia. Il secondo è stato più controverso. Ho visto Stefanos Tsitsipas rockeggiare contro un giocatore con un rovescio a una mano potente, equilibrato e vario. Vincitore 5-7, 4-6, 6-2, 6-3, 6-2, il greco ha capito bene l’avvertimento. in 2E Tour, ha appuntamento con il ceco Zdenek Kolar (134E World Championship Qualifiers) che ha eliminato Lucas Boye.

Roland Garros: Nadal a Parigi, le sue tredici corone in foto

Vai alla presentazione (13)

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.