Il Presidente di Passages Transfestival non ha nascosto il suo piacere, venerdì 5 maggio, di aprire questa nuova edizione sull’Esplanade de Metz insieme al suo fondatore, Charles Tordjmann, delegato artistico del Festival del Cinema Italiano a Villeret, Oreste Sacelli e direttore del Istituto Italiano di Cultura di Strasburgo. Senza dimenticare i numerosi partner istituzionali e finanziari del settore pubblico e privato. “Sono molto soddisfatto, molto soddisfatto. Sento che c’è energia “, ha saldato Francis Kochert, felice di annunciare lo spostamento dell’edizione verso l’Italia, un paese che mantiene “forti legami con la Lorena e Metz”.

READ  Caesar per gli studenti delle scuole superiori: la Kashan High School offre Onoda

Il contenuto è nascosto

Al momento stai visualizzando una versione di questo articolo ottimizzata per i dispositivi mobili (Google AMP). Alcuni contenuti non possono essere visualizzati in questa versione.
Puoi andare alla versione classica di questo stesso articolo cliccando qui.

La sua “apertura ad altre culture” è stata elogiata da tutti, e Passages Transfestival è stato ancora più lodato dal nuovo direttore di Drac Grand Est. “Il vostro festival incarna tutto ciò che desidera il ministro della Cultura Rima Abdel Malek: integrazione, convivenza, umanità, diversità, uguaglianza e libertà, qui ai piedi di Saint-Pierre-aux-Nonine”, ha dichiarato Delphine Christophe, indicando che il festival sarà ha ricevuto ulteriori aiuti finanziari per il suo audace progetto presentato nell’ambito di From the Cultural Olympiad 2024. Nel prossimo futuro, sono una trentina gli spettacoli di danza crocevia di tutte le estetiche che vengono mostrati fino a domenica 21 maggio, la maggior parte nei locali del Festival, sull’Esplanade e nell’Arsenale. Tre di loro sono già stati venduti: abisso di Alexandra Toplim, Luce del sole L’azienda è Via Verde Oh sud! di Saverio Ribot.